Venerdì 13 Gennaio Concerto jazz di Giulio Scocchia Quintet

scocchia

Il Florian Metateatro per la stagione Teatro d’Autorə e Altri Linguaggi

 

Venerdì 13 Gennaio ore 21.30 al Florian Espace di Pescara Concerto Giulio Scocchia Quintet

 

Ancora un’occasione al Florian Espace per godere di buona musica e atmosfere speciali con un artista jazz di alto valore, Giulio Scocchia Quintet presenterà in anteprima il nuovo album “Songs From My Lovely Island”

Dal vivo ci saranno Giulio Scocchia Trumpet – Flugelhorn, Massimo D’Onofrio Piano, Ivan Tinari Electric Guitar, Emanuele Continenza Double Bass, Michelangelo Del Conte Drums

 

Giulio Scocchia, milanese del 1981, inizia a suonare la tromba all’età di 8 anni. Si forma all’Accademia Internazionale di Jazz di Milano, dove consegue il Diploma di secondo livello in tromba jazz studiando con i migliori jazzisti del panorama italiano (ricordo con piacere il defunto Franco Cerri, Enrico Intra, Franco D’Andrea, Enrico Rava, Emilio Soana) nonché masterclass di altissimo livello internazionale tra cui anche Dave Liebman. Si trasferisce a Berlino, dove nel 2014 esce il primo album “Impermanence” ideato in collaborazione con Luca Fogagnolo (contrabbassista polistrumentista romano), registrato a Berlino e prodotto dall’etichetta discografica Unit Records di Berna. Conta anche la prestigiosa collaborazione con uno dei maghi dell’elettronica e del sound design europeo, il norvegese Erik Honorè. Arriva a Pescara, dove in piena pandemia consegue una laurea triennale discutendo una tesi di composizione al Conservatorio Luisa D’Annunzio; studia con validissimi insegnati tra cui il grande trombettista compositore e arrangiatore americano Mike Appelbaum.

L’autore scrive dell’avventura creativa del nuovo album: “il repertorio è interamente composto ed arrangiato da me sulla base di forti emozioni ed esperienze vissute nella città di Pescara che ha dato vita all’incontro con i quattro splendidi musicisti che hanno dato anima e cuore per la riuscita di questo ellepì. I nove ascolti di connotazione jazzistica mixano insieme vari stili: Swing, Funk, Blues, e Bossa Nova. Essi non solo rievocano l’amore verso la terra che ha dato origine alla famiglia di mio padre, ed ha ospitato la famiglia di mia madre in quanto esuli della seconda guerra mondiale scappati dalla città di Pola (Istria), ma ha anche oltremodo alimentato, con la sua brezza di mare e il suo patrimonio culturale, il mio ardore per la vita e la mia passione per la musica.”

Il suo secondo album, “Songs from my lovely Island”, è suonato dai musicisti Massimo D’Onofrio (piano), Ivan Tinari (chitarra), Joseliano Avitabile (basso), Michelangelo Del Conte (batteria).

Nota interessante quella del biglietto, nel cui costo sarà compreso il download dell’intero album.

 

Info e prenotazioni al 393/9350933 085/2059278

Ingresso con biglietto unico a 10 €

Articolo offerto da:

Archidea