Respinti dal TAR ABRUZZO i ricorsi di Edison sulle bonifiche di Piano d’Orta di Bolognano

antonio di marco

Il TAR Abruzzo – sezione di Pescara ha respinto i ricorsi di Edison sulle bonifiche di Piano d’Orta di Bolognano.

Sotto la presidenza Di Marco, la Provincia di Pescara ha adottato l’ordine di bonifica su Piano d’Orta.

Sin dal mio insediamento – dichiara Antonio Di Marco, già Presidente della Provincia di Pescara – partecipai ai tavoli di lavoro presso il Ministero dell’Ambiente e già nel 2015 diedi una spinta propulsiva affinché si intervenisse in maniera determinante e tempestiva nella tutela ambientale del territorio provinciale, poiché mi resi conto che si era in ritardo nelle procedure di individuazione del responsabile dell’inquinamento – in seguito individuato in Edison.

Diedi indicazioni alla Polizia Provinciale, che fino ad allora era stata impiegata per effettuare controlli di velocità e sanzionare gli automobilisti tramite autovelox, di attivare tutte le verifiche necessarie sull’intero territorio provinciale tese a individuare irregolarità ambientali e grazie al prezioso lavoro delle forze interne della Provincia, negli anni della mia Presidenza sono state emesse 2 ORDINANZE di messa in sicurezza di emergenza nei confronti di Edison per il SIN di PIANO D’ORTA – area interna e area esterna ex Montecatini- il 23 settembre 2015 e il 2 febbraio 2018 e un’ORDINANZA per il SIN di BUSSI – aree 2A e 2B e limitrofe – il 26 giugno 2018, cui è seguita un’ulteriore ordinanza emessa dal mio successore il 19.12.2019, risultante dal lavoro condotto dalla mia amministrazione nei mesi precedenti; tra i miei ultimi provvedimenti da presidente uscente della Provincia di Pescara, diedi mandato per opporsi contro il ricorso di Edison per la bonifica di Bussi (DECRETO DEL PRESIDENTE n. 145/2018).

Edison aveva chiesto l’annullamento delle ordinanze della Provincia di Pescara con le quali nel 2015 e nel 2018 è stata ordinata la bonifica dei siti ex Montecatini in Piano d’Orta di Bolognano.

Nel frattempo la multinazionale ha avviato le operazioni di bonifica ed il Ministero dell’Ambiente ha approvato i relativi progetti.

L’approvazione dei progetti di bonifica è avvenuta con Decreto del Ministero che però Edison non ha contestato.

Per il Tar di Pescara, con le due sentenze pubblicate il 12/11/2022, invece, Edison avrebbe dovuto contestare anche questi Decreti pena la perdita di ogni utilità a contestare le ordinanze provinciali.

È quindi stata ritenuta corretta l’eccezione processuale sollevata dalla Provincia di Pescara, difesa dall’Avv. Matteo Di Tonno, e respinti i ricorsi di Edison: sia per quanto riguarda il sito ex Montecatini sia per il sito Comparto Z.

Articolo offerto da: