Vite all’incrocio di Giuseppe Procaccini alla sala Figlia di Iorio di Pescara

vite all'incrocio

Lunedì 24 ottobre, alle ore 17.30, nella sala provinciale Figlia di Iorio del Palazzo del Governo, si terrà la presentazione del romanzo di Giuseppe Procaccini, Vite all’incrocio, organizzata dalla Fondazione Aria con la collaborazione della Prefettura di Pescara. Dopo i saluti di Giancarlo Di Vincenzo, Prefetto di Pescara, Anna Clerico, già docente di pediatria presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, Gerardo Villanacci, Giurista e accademico di Diritto Privato, Giovanbattista Benedicenti, docente di Storia dell’Arte presso il Liceo Classico “Gabriele d’Annunzio”, Dante Marianacci, presidente della Fondazione Aria, converserà con l’autore sul significato del suo romanzo, sui personaggi che lo animano e sui luoghi in cui si svolge, senza tralasciare le assai significative pagine abruzzesi e pescaresi in esso contenute. Alcuni brani del libro saranno letti dagli attori Giulia Basel e Alessio Tessitore, del Florian Metateatro, mentre gli intermezzi musicali saranno affidati alla violinista Erica Loiacono.

Vite all’incrocio (Nemapress Edizioni) è il primo romanzo di Giuseppe Procaccini, che fa seguito al libro di novelle L’abaco dei sentimenti confusi. L’autore, di origini napoletane, laureato in legge, è stato un uomo di vertice delle nostre istituzioni, per vent’anni prefetto in varie città, poi capo di gabinetto al Ministero dell’Interno, oltre ad essere stato docente di filosofia, aver collaborato al mensile “Studi Sociali”, ed aver ricoperto numerose altre cariche di alto livello, come quelle di direttore della Scuola Superiore di Amministrazione e di direttore Centro Studi Americani.

Articolo offerto da: