Montesilvano. L’amministrazione comunale ricorda Norma Cossetto

norma cossetto alla memoria

L’Amministrazione comunale di Montesilvano ha ricordato, con un mazzo di fiori deposto nel giardino sul lungomare, la studentessa istriana Norma Cossetto, barbaramente seviziata dai partigiani comunisti titini e gettata viva nella foiba di Villa Surani nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943. Il sindaco Ottavio De Martinis ha ricordato la giovane martire insieme al consigliere Marco Forconi e a Riccardo Lenaz, esule fiumano, dell’Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia.

“Non possiamo dimenticare quanto accaduto – ha dichiarato il primo cittadino – è fondamentale tenere sempre in mente questa parte della storia per troppi anni taciuta. Norma Cossetto è il simbolo di questa grande tragedia dove morirono migliaia di italiani. Una parte della storia che va trasmessa soprattutto alle nuove generazioni e che abbiamo l’obbligo di raccontare”.

Articolo offerto da: