Oggi seconda giornata del ‘Festival Dannunziano’ con la Notte Bianca dei Musei e concerto in Cattedrale

musini duse

Saranno la Regata dannunziana e la Notte Bianca dei Musei, con il concerto nella Cattedrale di San Cetteo con la mezzosoprano Giorgia Pesaresi e Alessia Mortaloni al FortePiano, a caratterizzare domani, domenica 4 settembre, la seconda giornata della quarta edizione del Festival dannunziano ‘L’Imaginifico’, promosso dalla Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo.

“Tagliare il nastro della quarta edizione è senza dubbio motivo d’orgoglio – ha sottolineato il Presidente Lorenzo Sospiri -, dopo aver vissuto tre edizioni di grande successo. E per il 2022 abbiamo predisposto un programma veramente gigantesco dando uno spazio enorme all’Arte: per tutta la durata del Festival ospiteremo nel Museo Paparella-Treccia l’opera di Boccioni ‘Forme Uniche della Continuità nello Spazio’, e per la seconda giornata abbiamo promosso la Notte Bianca dei Musei che resteranno aperte oltre l’orario di chiusura per incuriosire i cittadini e favorire le visite notturne, sicuramente più suggestive. Ma soprattutto coinvolgere tali strutture nel Festival significa farle conoscere a tutta Italia, dal Museo dell’800 a Casa d’Annunzio, dal Paparella all’Imago Museum al Cascella al Museo delle Genti”.

Il programma del Festival dannunziano si aprirà oggi, domenica 4 settembre, con la seconda edizione della Regata Dannunziana, organizzata dal Circolo Nautico Pescara. Sono circa 40 le imbarcazioni di vela d’altura iscritte che si misureranno nel classico percorso in mare tra il centro di Pescara e la Stele dannunziana. Ma con una novità: la partenza e il traguardo quest’anno sono previste al largo della Nave di Cascella, in modo che le barche con le loro vele colorate siano ben visibili dalla spiaggia dove si potrà seguire la regata. Dopo lo start alle ore 11 le imbarcazioni faranno rotta verso sud e poi ritorno di nuovo al traverso di Largo Mediterraneo. Un percorso a triangolo di circa 3 miglia da ripetere due volte (6 miglia in tutto) e che vede la Stele come punto di riferimento per un inchino culturale ideale a D’Annunzio. Le imbarcazioni partecipanti, tutte tra i 9 e i 15 metri, provengono da Ortona, Vasto, Giulianova, Roseto oltre che da Pescara. Il rientro al Marina è previsto per le ore 15 con premiazione alle ore 17. Andrea Venditti e Andrea Di Nicolantonio, componenti dello staff operativo del Circolo Nautico Pescara per questa veleggiata: “La Dannunziana è solo l’ultimo evento in ordine di tempo di una stagione velica di successo, ricca di impegni e soddisfazioni, che ha visto coinvolto il Circolo Nautico. Basti ricordare la ‘Cerasuolo d’Abruzzo Cup’, la ‘Pescara-Vasto’, il ritorno della ‘Pescara-Tremiti’, a cui si aggiungerà ad ottobre la seconda edizione della gustosa ‘Cooking Cup’. Questo secondo Trofeo d’Annunzio rappresenta la parte più classica e poetica della vela legata al territorio, e siamo orgogliosi di far parte di questa settimana di celebrazione del nostro grande Poeta”.

Alle ore 21 il piazzale Michelucci dell’Aurum ospiterà lo spettacolo teatrale di Daniela Musini ‘Di fuoco e di vento. Eleonora Duse L’Imaginifica’. Il monologo è un omaggio alla grande Tragica, alla sua esistenza costellata di successi ed eccessi, di gioie accecanti e amarezze struggenti. Si tratta della rievocazione della straordinaria vicenda esistenziale della più grande attrice di tutti i tempi, di colei che conquistò le platee di tutto il mondo con la sua carismatica personalità e la sua sublime arte, di colei che il palcoscenico eternò nella Storia, il pubblico acclamò Divina, l’Amore rese disperata. La messa in scena si svolge in una stanza d’albergo a Pittsburgh, negli Stati Uniti, dove Eleonora Duse si trova per una tournée; il percorso temporale si snoda a partire proprio dal suo ultimo giorno di vita, il 21 Aprile 1924, attraverso il racconto evocativo della propria vicenda professionale e privata, che la Duse stessa consegna a Madeleine, personaggio fittizio e rappresentato sulla scena da un manichino, il cui nome riverbera volutamente echi proustiani, in quanto depositaria di memorie e di ricordi. Si assiste, pertanto, a continui slittamenti temporali e sulla scena irrompono, evocati dalla memoria della Duse, grandi personaggi: Arrigo Boito, suo grande amore, Sarah Bernhardt, sua sfolgorante rivale, e, soprattutto, Gabriele d’Annunzio (che sarà rappresentato dalla voce fuoricampo dell’attore Giuseppe Pomponio), con il quale costituì un sodalizio artistico proficuo e vitalissimo, il famoso incantesimo solare, e visse una passione intensa, rapinosa e palpitante, innervata di desideri sensuali e crudeli delusioni. Lo spettacolo è corredato inoltre da foto d’epoca e da suggestive musiche di scena. Daniela Musini è nata a Roseto degli Abruzzi e vive a Città Sant’Angelo. Diplomata in pianoforte, 2 Lauree (in Lingue Straniere e in Lettere Moderne), è scrittrice, attrice, drammaturga e pianista. Acclamata interprete dell’opera di d’Annunzio e delle figure di Eleonora Duse e di Maria Callas, ha allestito i suoi recital/concert in Italia, Giappone, Russia, Polonia, Bielorussia, Francia, Turchia, Germania, Stati Uniti, Cuba. Ha partecipato a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive targate RAI e Mediaset. Come autrice teatrale ha scritto 15 testi teatrali e in qualità di scrittrice ha all’attivo pluripremiati saggi e biografie.

Per la casa editrice Piemme-Mondadori ha pubblicato nel 2020 Le Magnifiche-33 vite di donne che hanno fatto la storia d’Italia, che ha ottenuto unanimi consensi di critica e di pubblico, e nel 2021 ha ripetuto il successo con Le Indomabili-33 donne che hanno stupito il mondo. Per la sua poliedrica attività artistica e per i prestigiosi traguardi raggiunti le sono stati conferiti 37 premi letterari nazionali ed internazionali e 19 premi alla carriera.

Ancora alle ore 21 prenderà il via La Notte Bianca dei Musei, con l’apertura straordinaria, sino alle 23 dell’Imago Museum, Paparella-Treccia, Museo dell’Ottocento, Museo Cascella, Casa d’Annunzio, Museo delle Genti e Mediamuseum, con un programma allestito con il Comune di Pescara. Fitto l’elenco delle iniziative allestite dalle singole istituzioni museali: Casa Natale d’Annunzio, dove domani si entrerà gratuitamente dalle 9 alle 23, ospiterà alle 20 lo spettacolo con l’attrice Franca Minnucci; dalle 11 alle 17 visite guidate per famiglie e laboratorio per bambini. Al Mediamuseum ci sarà la visita gratuita guidata alla mostra ‘O voce di colui che primamente’ – Le parole di Dante le carte di d’Annunzio; possibilità di visionare il materiale esposto su d’Annunzio; proiezione di film e documentari ‘Con d’Annunzio in Grecia’ di Ivanos Ciani, ‘Echi di poesia’ di Edoardo Tiboni, ‘Con d’Annunzio attraverso l’Abruzzo’. Al Paparella-Treccia ci sarà l’esposizione di 26 opere di Giorgio De Chirico e la Collezione; 151 antiche maioliche di Castelli; la riproduzione di 27 bozzetti di costumi e scenografie che De Chirico ideò per la Figlia di Iorio di d’Annunzio; proiezione della recita della Figlia di Iorio di Carmelo Bene nel gazebo della Fondazione Paparella. Al Museo delle Genti d’Abruzzo e al Museo Cascella apertura straordinaria dalle 17 alle 24 con ingresso gratuito e visite guidate tematiche finalizzate alla conoscenza delle collezioni museali e all’approfondimento di temi e aspetti legati alla figura del Vate e al suo rapporto con il territorio abruzzese e la sua Pescara. Tema della visita guidata al Museo delle Genti sarà su ‘Ori, pastori, superstizioni: l’Abruzzo dannunziano’, primo turno ore 20.30, secondo turno ore 22; al Cascella ‘L’Abruzzo di Gabriele d’Annunzio tra arte e paesaggio’, primo turno ore 20.30, secondo turno ore 22. Infine all’Imago Museum apertura straordinaria dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 24, con ingresso a tariffa agevolata: proiezione nella hall del docufilm su Gabriele d’Annunzio, ‘Il mare di Gabriele’ del regista Francisco Josè Fernandez, coprodotto dalla Fondazione PescarAbruzzo.

Visite guidate straordinarie anche nella Cattedrale San Cetteo alla scoperta dell’opera ‘San Francesco in adorazione’ del Guercino che lo stesso Vate donò alla chiesa dove riposavano le spoglie della madre Luisa. A chiudere il concerto, sempre in Cattedrale, ‘Francesco Paolo Tosti e il Salotto Dannunziano’ con la mezzosoprano Giorgia Pesaresi e il FortePiano Alessia Mortaloni.

 

Il programma degli eventi è disponibile sul sito dannunzioweek.it dove sarà anche possibile effettuare le prenotazioni per alcuni spettacoli gratuiti

Articolo offerto da:

Archidea