“Mare senza barriere”. Riaperte le spiagge accessibili cittadine

spiagge senza barriere

“Un esempio dal quale trarre ispirazione”. Così il ministro Erika Stefani, lo scorso anno, definiva il progetto “Mare senza barriere”.

Le due spiagge accessibili cittadine, all’altezza di via Petrarca e via Bocca di Valle, hanno riaperto questa mattina con importanti novità.

È stato ampliato l’orario in cui turisti e cittadini con disabilità potranno usufruire dei servizi: dalle ore 9 alle ore 19 senza interruzione, a differenza dello scorso anno in cui era prevista una pausa di due ore tra la mattina e il pomeriggio. Sono stati implementati gli ausili messi a disposizione, grazie alle donazioni fatte da asd Fuoristrada Abruzzo di Sandro Carota e da Leo Di Giovanni, titolare dello stabilimento La Riviera: ci sono, quest’anno, tre sedie da mare in più, oltre a un sollevatore, per un totale di otto ausili complessivi.

Per quanto concerne il personale per l’assistenza, al momento tra le sue spiagge si alterneranno 17 persone: 12 percettori del reddito di cittadinanza e 5 tirocinanti messi a disposizione dall’Azienda Speciale per i Servizi Sociali del Comune.

Tra i presenti alla riapertura ufficiale nella spiaggia all’altezza di via Petrarca, questa mattina, c’erano il sindaco Ottavio De Martinis, il consigliere delegato alle Politiche per l’accessibilità Giuseppe Manganiello e il responsabile dell’Ufficio Disabili Claudio Ferrante.

“C’è grande soddisfazione per la riapertura delle due spiagge accessibili cittadine, che possono contare su nuovi ausili, anche grazie all’intervento di asd Fuoristrada e del titolare dello stabilimento La Riviera. Un ringraziamento va al consigliere delegato Giuseppe Manganiello, al responsabile dell’Ufficio Disabili Claudio Ferrante e al geometra Marco Amadio, con cui abbiamo fatto un ottimo gioco di squadra, regalando anche quest’anno a cittadini e turisti qualcosa di unico sul territorio. Le spiagge accessibili sono un servizio molto apprezzato, che abbiamo intenzione di continuare a proporre e migliorare nei prossimi anni. Un ringraziamento va anche a tutti coloro che si sono messi in gioco e che supporteranno i fruitori della spiaggia. Di queste 17 persone, 12 sono percettori del reddito di cittadinanza e questa è una cosa che ci fa molto piacere, perché il loro lavoro qui è perfettamente in linea con lo spirito che ruota intorno alla misura” è il commento del sindaco Ottavio De Martinis.

Soddisfatto anche il consigliere delegato Giuseppe Manganiello: “Anche quest’anno abbiamo garantito alla città un servizio davvero importante. Ringrazio il geometra Marco Amadio, che da anni dirige i lavori per le spiagge accessibili, e l’Ufficio Disabili per la competenza e l’empatia”.

20220617_095959

“Sono orgoglioso, fiero ed emozionato perché con le due spiagge accessibili abbiamo sgretolato le barriere culturali e abbattute quelle architettoniche, restituendo dignità, libertà e pari opportunità a tante persone diversamente abili” aggiunge Claudio Ferrante. “Non dimenticherò mai le affermazioni della ministra per la Disabilità Erika Stefani, che lo scorso anno ha visitato le spiagge, giudicandole un’eccellenza”.

Oltre alle sedie da mare, adatte a tutte le patologie, e al sollevatore, il progetto “Mare senza barriere” prevede: gazebi con tende su ogni lato, bagni e docce accessibili e parcheggi dedicati.

Articolo offerto da: