“Note e pensieri di solidarietà”, a Manoppello un concerto-evento per raccogliere fondi per l’Ucraina e celebrare attraverso varie forme artistiche la cultura della popolazione afflitta dalla guerra

Manoppello, piazza

Il concerto di un quartetto di ottoni, le letture di testi e liriche di poeti e scrittori ucraini, le testimonianze di chi assiste, ogni giorno con più preoccupazione, alla devastazione del proprio paese d’origine come Olga Vaculich, moglie del manoppellese Moreno Pinti e l’intervento del presbitero ortodosso ucraino Padre Anatoliy Grytskiv patriarca ecumenico di Costantinopoli della Chiesa di San Costantino ed Elena e presbitero ortodosso ucraino del Patriarcato di Costantinopoli, che vive a Chieti.

Piazza Marcinelle a Manoppello, ospiterà sabato 4 giugno, ore 18, l’evento di beneficienza “Note e pensieri di solidarietà”,promosso dal Comune, grazie all’impegno dell’assessorato Parità e Pari Opportunità guidato dall’assessore Giulia De Lellis e dell’omonima commissione comunale presieduta da Anna Giuseppina Ilario e composta da Sara de Acetis (vice presidente),Irene VolpePaola BelfiglioBeatrice Pepe e Kristina Dhima, con il sostegno della Pro-loco Volto Santo presieduta da Giulia De Rosso e la collaborazione delle associazioni cittadine.

Pensato non solo per raccogliere fondi per la popolazione ucraina ma anche per riflettere sui valori della pace e del rispetto dei popoli, la serata sarà anche l’occasione per ringraziare quanti in queste lunghe settimane dall’inizio della guerra si sono messi a servizio della solidarietà e, a vario titolo, con le proprie competenze, il proprio lavoro, il proprio tempo, sono stati impegnati nell’accoglienza, nella raccolta indumenti e beni alimentari, fino alle missioni nei luoghi del conflitto.

Note e pensieri di solidarietà” che vedrà l’esibizione dell’Arkè brass quartet con i maestri Luca Falcone e Marco Carnevale (trombe), Tino D’Angelo (trombone) e Alessandro Iezzi (tuba) sarà anche l’occasione per essere vicini alla popolazione ucraina ricordandone la profonda cultura attraverso varie espressioni artistiche, dalla musica appunto, passando per la letteratura, alla danza, ai canti della tradizione.

Nel corso dell’evento per il quale non è previsto un biglietto di ingresso saranno estratti i premi di una lotteria della solidarietà messi in palio dagli operatori economici di Manoppello e saranno “venduti” oggetti realizzati dai bimbi dell’Oratorio di San Nicola. A questo si aggiungeranno le libere donazioni. L’intero ricavato sarà devoluto alla popolazione ucraina.

Articolo offerto da: