Accordi per l’innovazione, alla Regione Abruzzo la quota più alta d’Italia

poli

Con una lettera inviata al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e all’assessore alle Attività produttive Daniele D’Amario, i presidenti dei Poli di Innovazione d’Abruzzo hanno voluto ringraziare la Regione per l’ottimo lavoro svolto sul tema degli Accordi per l’Innovazione.

 

L’Abruzzo, infatti, è la Regione che ha cofinanziato maggiormente gli Accordi per l’innovazione del Ministero dello Sviluppo economico, ottenendo così una quota riservata più alta di tutte le altre Regioni d’Italia.

 

Gli Accordi per l’innovazione riguardano attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito di diverse aree di intervento riconducibili al secondo Pilastro del Programma quadro di ricerca e innovazione “Orizzonte Europa”, di cui al Regolamento (UE) 2021/695 del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 aprile 2021.

 

“Un ringraziamento particolare – sottolineano nella lettera i presidenti dei Poli Agroalimentare, Automotive, Chimico Farmaceutico, ICT-Aerospazio, Innovatur, Inoltra, Moda Inn e Palm – va al presidente Marco Marsilio, all’assessore alle Attività produttive Daniele D’Amario e a tutto lo staff dirigenziale e tecnico, che hanno dimostrato ancora una volta impegno e attenzione nei confronti del mondo produttivo vitale per l’economia regionale; ricordiamo, infatti, che l’Abruzzo ha un tasso di industrializzazione tra i più alti d’Italia. Scommettere sulla ricerca e innovazione è una sfida determinante per consolidare e poter sviluppare la ns economia; la pandemia prima, e la guerra poi, stanno mettendo a dura prova il comparto produttivo ed è fondamentale collaborare tutti insieme per favorire la ripresa. La Regione si confronta costantemente con il mondo produttivo, in particolare con il percorso di aggiornamento della Smart Specialization Strategy e la nuova programmazione 2021-27 e ora con gli Accordi di innovazione. Siamo a disposizione – concludono – per continuare gli incontri e collaborare con la Regione per le future sfide da portare avanti tutti insieme per il bene del nostro Abruzzo”.

La lettera è firmata da: William Di Carlo – Presidente del Polo Agroalimentare; Giuseppe Ranalli – Presidente del Polo Automotive; Eugenio Starita – Presidente del Polo Chimico Farmaceutico;  Edoardo Alesse –  Presidente del Polo ICT-Aerospazio; Dario Colecchi – Presidente del Polo INNOVATUR; Alfonso Di Fonzo – Presidente del Polo INOLTRA; Alfredo D’Acchioli – Presidente del Polo Moda Inn; Bernardo Sofia – Presidente del Polo PALM.

Articolo offerto da: