A Cavallo in spiaggia. La Capitaneria di Porto di Pescara sanziona condotta illecita

cavallo in spiaggia

Nell’ambito dell’attività di monitoraggio del litorale abruzzese, personale militare della Capitaneria di Porto di Pescara ha rilevato la presenza in mare, e più precisamente in bassi fondali nella zona antistante il Fosso Vallelunga, di un uomo intento alla conduzione di un cavallo in violazione della vigente ordinanza balneare regionale che vieta dal 25 marzo al 30 ottobre tale uso civico del demanio marittimo in quanto in contrasto al prevalente interesse pubblico della balneazione.

In tale circostanza, personale militare della Guardia Costiera dopo aver raggiunto il responsabile, ha esperito i relativi controlli amministrativi documentali, elevando una sanzione amministrativa a carico del trasgressore pari ad euro 200 circa.

Con l’occasione appare doveroso rammentante che sono tuttora in vigore l’ordinanza balneare 2022 emanata il 24.03.2022 dalla Regione Abruzzo nonché l’ordinanza di sicurezza balneare nr.28/2021 emanata dalla Capitaneria di Porto di Pescara.

La prima disciplina l’esercizio delle attività sulle spiagge del litorale abruzzese, mentre la seconda è preordinata a regolamentare la balneazione e le attività turistico ricreative che si svolgono in mare e lungo la costa del Circondario marittimo di Pescara, con la finalità di garantirne la sicurezza e la compatibilità con il regolare svolgimento delle altre attività marittime e, più in generale, degli usi pubblici del mare.

L’attività proseguirà su tutto il territorio di giurisdizione al fine di garantire al cittadino la migliore fruizione del demanio marittimo e della costa in generale.

Articolo offerto da: