Malore su una imbarcazione da Diporto, interviene la Guardia Costiera

guardia costiera

Un diportista proveniente dalla Croazia ha trascorso momenti di ansia nel pomeriggio di ieri, mentre si trovava sulla sua unità in navigazione a circa 10 miglia dalla costa. Erano le 15:30 circa quando la sala operativa della Direzione Marittima – Guardia Costiera di Pescara veniva allertata da una richiesta di emergenza da parte di un diportista che comunicava di accusare problemi alla mano sinistra.

Dopo una prima analisi della gravità del caso svolta congiuntamente al CIRM (Centro Internazionale Radio Medico) di Roma sulla scorta degli elementi forniti dall’interessato, il caso non appariva inizialmente di particolare gravità; tuttavia lo stato d’animo del malcapitato legato al timore di un peggioramento della situazione e la presenza della Motovedetta CP 292, per attività di pattugliamento in mare, non molto lontano da quella zona, facevano comunque propendere per la decisione, da parte della Sala Operativa, di intercettare l’imbarcazione e meglio valutare la situazione.

In effetti, in coordinamento con il 118 pescarese, i militari intervenuti procedevano al trasbordo del diportista sull’unità della Guardia Costiera, che, raggiunta la costa, procedeva allo sbarco dello stesso all’interno del Porto Turistico Marina di Pescara, ove veniva affidato alle cure del personale sanitario, già precedentemente allertato, e trasportato presso il locale nosocomio per gli accertamenti del caso, mentre i parenti del malcapitato provvedevano a condurre l’unità nel porto turistico di Pescara.

Si ricorda che per qualunque emergenza in mare è possibile contattare la Guardia Costiera via radio sul canale 16 oppure telefonicamente al numero gratuito 1530.

Articolo offerto da: