Al cinema «Un marziano di nome Ennio» di Davide Cavuti

ennio flaiano

Proiezione speciale del film biografico su Ennio Flaiano al Cineteatro Massimo di Pescara

 

«Un marziano di nome Ennio» di Davide Cavuti, sbarca al cinema con una proiezione speciale domenica 6 marzo alle ore 18, al «Cineteatro Massimo» di Pescara, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, nel rispetto della normativa anti Covid-19.

 

La produzione del lungometraggio è di «MuTeArt Film» e di «Fondazione Pescarabruzzo», con la collaborazione della «Biblioteca Luigi Chiarini» del «Centro Sperimentale di Cinematografia».

 

Quarto film per Davide Cavuti, che in quest’ultimo progetto si è ispirato alla vita e alle opere del celebre sceneggiatore pescarese Ennio Flaiano, il lungometraggio è stato presentato in anteprima, all’«Italian Pavilion» all’interno della 78ª «Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia» e già premiato per la regia e il miglior interprete al «Premio Giornata Mondiale del Cinema Italiano» alla «Camera dei Deputati» lo scorso dicembre.

 

«Questo mio lavoro dedicato alla figura di Ennio Flaiano è un viaggio per difendere la bellezza delle opere di uno straordinario personaggio del mondo della cultura italiana e figlio del nostro amato Abruzzo – ha dichiarato il regista e compositore Davide CavutiRingrazio tutti gli attori e i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione del lungometraggio, la produzione di MuTeArt Film e della Fondazione Pescarabruzzo. Ennio Flaiano rappresenta un vero punto di riferimento per chiunque voglia avvicinarsi al mondo del cinema e della letteratura. Nel corso degli anni il compianto Dott. Edoardo Tiboni, e i «Premi Internazionali Flaiano» da lui fondati e ora presieduti da Carla Tiboni, hanno tenuto viva la memoria di questo straordinario autore. Con il mio lavoro auspico di contribuire alla divulgazione dell’immensa opera dello sceneggiatore-scrittore, soprattutto nel mondo dei giovani».

 

«Nel 50° anniversario dalla morte di Ennio Flaiano, la Fondazione ha scelto con convinzione di omaggiare il grande sceneggiatore e sostenere la produzione di questo lungometraggio» ha dichiarato il Presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, «oggi raccogliamo il frutto di questo grande lavoro culturale e corale condividendolo con il grande pubblico del circuito Pescara Cityplex».

 

“Un marziano di nome Ennio” è un lungometraggio che vede la presenza di attori di primissimo livello, come Massimo Dapporto (Ennio Flaiano), Michele Placido (Vittorio De Sica), Mariano Rigillo (Federico Fellini), Pino Ammendola (Peppino Amato), Lino Guanciale (un giornalista ispirato alla figura di Carlo Mazzarella). Il cast si completa con Edoardo Siravo, Debora Caprioglio, Maria Letizia Gorga, Annalisa Favetti, Angelica Cacciapaglia. Per raccontare il celebre sceneggiatore italiano, sono interventi, inoltre, Enrico Vanzina, Giuliano Montaldo, Paola Gassman, Maria Rosaria Omaggio, Masolino D’Amico, Giuseppe Rosato, Paul Golini. Il soggetto e la sceneggiatura del film sono firmati dallo stesso Davide Cavuti, che si è liberamente ispirato alla vita e alle opere dello sceneggiatore e scrittore pescarese; Matteo Veleno firma la fotografia del film, i costumi sono di Annalisa Di Piero, il trucco è di Antonio Quattromani, il suono in presa diretta è di Valentino Antinolfi, la colonna sonora del film è firmata da Davide Cavuti ed è stata registrata presso gli studi “Arts Factory” di Teramo.

 

Da circa quindici anni la Fondazione Pescarabruzzo interviene come Film Commission privata al fine di favorire l’attività dei cineasti locali e garantire le migliori attenzioni anche a registi affermati a livello nazionale ed internazionale, così da candidare la Regione Abruzzo e la città di Pescara, nella fattispecie, ad ambita location cinematografica verso cui far convergere le migliori sinergie del settore.

Le produzioni cinematografiche distinte tra cortometraggi, lungometraggi, documentari e docu-fiction che l’Ente ha contribuito a produrre contano oggi quasi quaranta titoli.

 

Alla proiezione di Pescara, oltre al regista Cavuti e al Presidente della Fondazione Nicola Mattoscio, saranno presenti alcuni componenti del cast tra cui gli attori Pino Ammendola, Matteo Veleno (direttore della fotografia del film), Gabriele Antinolfi, direttore della «Biblioteca Luigi Chiarini» del «Centro Sperimentale di Cinematografia», partner del progetto cinematografico.

 

Nei giorni successivi alla proiezione, l’8 e il 9 marzo, il film sarà in programmazione nella sala Cineforum del Cineteatro Massimo.

 

Articolo offerto da:

Archidea