Bocce Abruzzo, si riparte con i Campionati e si guarda al futuro

Bocce Abruzzo

Saranno mesi in fermento i prossimi per il mondo bocciofilo abruzzese. A breve scadranno le iscrizioni per Campionati di Promozione di Società 1°, 2°, 3° categoria specialità Raffa della FIB (Federazione Italiana Bocce) e saranno diverse le squadre abruzzesi che parteciperanno.

Nei prossimi mesi, inoltre, avranno luogo i Campionati Provinciali e Regionali, ma si progettano anche ulteriori manifestazioni.

Un calendario corposo con un buon ventaglio non solo di carattere regionale ma anche nazionale. In particolare le manifestazioni Nazionali saranno oltre la decina e comprenderanno l’Alto Livello Major, l’Alto Livello, Sport per tutti ma anche una tappa del Circuito Prestige che è riservato agli atleti Under 15 e Under 18.

Anche sul settore giovanile si sta investendo molto continuando a cercare nuovi Educatori Sportivi Scolastici e aggiornare con corsi specifici quelli già in organico per offrire sempre dei tecnici di alto profilo. Novità interessanti anche nel settore paralimpico, con attività presenti a Lanciano, Roseto e Pescara e nel settore femminile con 4 Società (Rosetano, San Salvo, Vicoli-Civitaquana e Tucceri).

Scadrà inoltre il prossimo 9 marzo ilbando per le domande di Servizio Civile Universale che vede coinvolta anche la FIB con un posto disponibile a L’Aquila dedicato ai giovani che desiderano svolgere un’importante esperienza formativa e professionale.

Tutti i progetti hanno una durata di 12 mesi, per un impegno settimanale di 25 ore ed un compenso mensile di 444,30 euro.

La presentazione della domanda avviene esclusivamente online tramite la piattaforma dedicata (domandaonline.serviziocivile.it) su cui sarà possibile scegliere il progetto per cui partecipare alla selezione.

“Si prospettano mesi interessanti su tanti fronti– ha dichiarato il presidente regionale FIB Abruzzo Gregorio Gregori- Abbiamo tanta carne sul fuoco e l’intento è di fare sempre meglio per offrire alternative di sport, divertimento, inclusione e crescita. Guardiamo con ottimismo al futuro sperando di uscire quanto prima e definitivamente da questa pandemia e riprendere le nostre attività al 100%”.

 

Articolo offerto da: