Pallacanestro Antoniana Pescara 1966, la presentazione

Pallacanestro Antoniana Pescara 1966

Non è iniziata nel migliore dei modi la stagione 2019/20 per la Pallacanestro Antoniana Pescara 1966, ma questo non fermerà le ambizioni della squadra di Massimo Bortone che ieri sera si è presentata ai suoi tifosi.

Un team giovane, composta da ragazzi under 20 che vuole fare bella figura anche grazie a una guida tecnica preziosa quale Bruno Pace che non vuole cedere nulla alle avversarie.

Il presidente Massimo Bortone ha sottolineato un aspetto importante che contraddistingue il club:

“Il nostro simobolo e il nostro motto sono Slow basket che non vuol dire rilassatezza ma un approccio più sereno. Puntiamo a far crescere anche il settore giovanile e in questo senos è importante l’accordo con la società B Basket. Affrontiamo questo impegno in C Silver con l’intento di fare le cose nel modo migliore possibile”.

Una nuova stagione dunque arrivata attraverso una storica promozione che fa dell’Antoniana la migliroe squadra pescarese della scorsa stagione.

Una promozione che non dimentica il presidente regionale della Federazione italiana basket Francesco Di Girolamo:

“Una delle società più longeve della pallacanestro pescarese, degna del massimo rispetto e riconoscenza da parte nostra. E degnamente è presente in questa serie C Silver che annovera delle squadre che potrebbero benissimo vincere la C Gold. Il livello di questa stagione è veramente alto ed è un onore per voi trarre esperienza per poter giocare con avversari prestigiosi”.

Il coach Bruno Pace dal canto suo, dopo aver presentato il roster, si è soffermato sulla stagione:

“Il livello si è alzato, per i nostri ragazzi deve essere un onore giocare contro avversari che hanno calcato i campi della Serie B. Noi siamo capitati l’anno sbagliato ma non ci interessa, dobbiamo giocare come sappiamo noi e sabato mi sono arrabbiato proprio per questo: abbiamo mollato subito la partita, non siamo stati noi”.

Infine un ringraziamento da parte del dirigente Eraldo Pace “agli amici sponsor che ci stanno aiutando non solo economicamente ma all’intera gestione organizzativa della Serie C”.

Articolo offerto da:

Archidea