Trasporto pubblico nel caos, il M5s con Pettinari denuncia i disagi

trasporto pubblico

L’ultima situazione critica questa mattina quando 12 autobus, a causa di problemi, non sono usciti dal deposito lasciando i ragazzi alle fermate e costringendo i presidi a segnalare alla TUA il ritardo o l’assenza dei ragazzi dalle scuole.

Una situazione dunque che si aggiunge alla già difficile situazione del trasporto pubblico regionale alle prese altresì con l’incidente a Caprara nei giorni scorsi che ha visto una 17enne perdere un piede.

Una condizione ai cui se ne aggiungono altre che hanno spinto il vice presidente del consiglio regionale Domenico Pettinari (M5s), a intervenire sulla vicenda.

“Spreco di soldi, personale amministrativo in esubero a fronte di una carenza del personale viaggiante costretto a turni massacranti e con mezzi che escono con le spie rosse accese” l’intervento di Pettinari.

Il vice presidente del consiglio regionale continua:

L’ultima decisione dell’azienda è inaccettabile: un bando di circa 200mila euro per finanziare il comparto comunicazione e le relazioni esterne dell’azienda. Visto che l’azienda non riesce a garantire le prestazioni basilari, era necessario esternalizzare questo servizio? Se lo chiedono tutti i cittadini ed è per questo che ho depositato un’interpellanza affinchè la giunta dia una spiegazione a questo spreco di soldi.

Per Domenico Pettinari le soluzioni ci sono come, per esempio: “Riconvertire i circa 100 esuberi tra gli amministrativi e destinarli ad altre mansioni, ampliare e rinnovare il parco mezzi molti dei quali vecchi e con guasti che ne condizionano l’utilizzo e, infine, ampliare il personale viaggiante in carenza. E’ dovere dalla giunta Marsilio trovare una soluzione a tutto questo nel più breve tempo possibile”.

 

Articolo offerto da: