Bombardamenti Pescara: polemica sulle commemorazioni

Una delle zone colpite dai bombardamentiUna delle zone colpite dai bombardamenti

Il 31 agosto ricorre l’anniversario del primo, drammatico bombardamento alleato sulla nostra città. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa con cui il centrosinistra stigmatizza la mancata partecipazione dell’Anpi.

Così recita il comunicato stampa: “Per la prima volta dopo anni, l’Anpi è stata esclusa dall’organizzazione della manifestazione istituzionale in memoria dei bombardamenti del 31 agosto su Pescara. Un brutto segnale per la nostra città”.
Lo affermano i consiglieri comunali dei gruppi di centrosinistra PD, Lista Sclocco Sindaco e Città Aperta. “Da anni si era instaurata una bella collaborazione all’insegna della memoria e della condivisione, inserendo l’associazione partigiani fra gli organizzatori del 31 agosto – spiegano i consiglieri comunali del centrosinistra – ma la destra preferisce nascondere e rinnegare la matrice antifascista della nostra Costituzione. Vere e proprie epurazioni sono state messe in atto quest’anno, con il ricorso addirittura al Conservatorio di Teramo come se non ci fosse alcuna orchestra pescarese in grado di ricordare una delle pagine più buie e dolorose della storia cittadina. Forse la cultura pescarese è considerata troppo indipendente. Una vergogna senza pari, una brutta pagina per Pescara”.

La nostra testata rimane in attesa, qualora ci fosse, a eventuali repliche.

Articolo offerto da:

Archidea