Al Parco di Villa De Riseis nasce il Giardino sensoriale

giardino sensoriale villa de riseis

Per la prima volta in Abruzzo, nasce a Pescara, a Villa De Riseis, il Giardino sensoriale, un’area verde per favorire il benessere psicofisico, accessibile anche  alle persone con disabilità motoria, con percorsi sensoriali per bambini e ragazzi, aperto a tutta la cittadinanza.

Verranno coinvolte le scuole del territorio, con percorsi didattici e laboratori di giardinaggio, cucina e panificazione. Un totale di circa 3000 bambini tra i 3 e i 10 anni, 2000 bambini tra i 5 e gli 11 anni, 1600 alunni tra i 12 e i 18 anni, e 10 ragazzi tra i 19 e i 25 anni. Il Giardino sarà anche un punto di riferimento per le associazioni e un luogo utile per il recupero delle capacità motorie e per percorsi di riabilitazione all’aria aperta.

Il Giardino ha percorsi di orticoltura accessibili anche con la carrozzina, con aiuole e orti sopraelevati, illuminazione e pavimentazione con betonelle anti sdrucciolo senza dislivelli né ostacoli, corrimani di sicurezza. L’orto produrrà, dal periodo invernale a quello estivo, prodotti di stagione come legumi e cereali, cavoli, finocchi, insalate, rape, carote, aglio, cipolle, pomodori, peperoni, cetrioli e zucchine.

È presente anche un “giardino dei semplici” con piante officinali e aromatiche. La scelta delle piante arboree è pensata per stimolare l’osservazione, le piante odorose per la stimolazione olfattiva e i fiori per quella visiva.

Non manca un laghetto con cascata e i pesci Carpe Koi. Nel Giardino si trova anche una voliera per la pet therapy. Il percorso podosensoriale per i bambini prevede la scoperta di diversi tipi di materiali, dal legno alla sabbia, fino alla corteccia.

Grazie alla collaborazione con l’Ipermercato Auchan di Pescara Aeroporto e ad altre importanti partecipazioni, la Cooperativa Sociale Aurora “Valori & Sapori” Onlus ha potuto realizzare il progetto, finanziato con 10.000 euro da parte di Fondazione Auchan per la Gioventù.

Il Giardino sensoriale coinvolgerà 11 volontari e i 15 ragazzi della cooperativa, che saranno attivi tanto come manutentori, quanto come curatori del Giardino stesso e come fruitori dei suoi effetti benefici dal punto di vista psicofisico.

Articolo offerto da: