Lotteria Italia: a Pescara vinti 100 mila euro

lotteria italia

Se l’estrazione della Lotteria Italia di questo inizio anno è stata decisamente benevola con la regione Campania, che si è aggiudicata i primi 3 premi, (per un totale di ben 9 milioni di euro), anche la nostra città, nel suo piccolo, ha ricevuto un piccolo bacio dalla dea bendata. A Pescara, infatti, sono stati venduti due biglietti vincenti da 50 mila euro cadauno, serie e numeri A 020572 e A 029829. Quest’anno la lotteria è stata abbinata al programma I soliti Ignoti, condotto da Amadeus che a cavallo della mezzanotte del 6 gennaio ha “proclamato” i nuovi milionari.

Un po’ di Storia:

L’origine delle lotterie è molto antica. Sembra, infatti, che già tra i Romani fosse consuetudine organizzare delle vere e proprie lotterie nell’ambito dei Saturnalia ovvero alle feste in onore di Saturno.
Nel 1735 a Roma viene indetta una lotteria per avviare la bonifica delle paludi pontine. Con l’unificazione del Regno, il Governo assume il monopolio del lotto e delle lotterie che già allora occupavano un posto di rilievo nei giochi. Nel 1932 si ha la prima lotteria in chiave moderna, nota come Lotteria di Capodanno e abbinata ad una gara automobilistica: “La lotteria di Tripoli”.

A partire dal 1957, la Lotteria è abbinata alle trasmissioni televisive della Rai, la prima delle quali fu Canzonissima nel 1957/58. Storicamente Fantastico è il programma che è stato abbinato alla Lotteria Italia più volte, per ben 13 edizioni. Segue Canzonissima con 12, La prova del cuoco con 7 e Carràmba! che sorpresa/Che fortuna con 5.

I biglietti delle Lotterie raffigurano l’evoluzione della storia d’Italia, a cominciare dalla lotteria della “Solidarietà Nazionale” del 1946 fino a quelle attuali, che richiamano la modernità del nostro Paese nell'”età della comunicazione”. Dal 1988 la gestione delle Lotterie Tradizionali è stata affidata all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Contestualmente è stato istituito il Comitato Generale per i Giochi, organo collegiale preposto al controllo ed alla direzione delle Lotterie Tradizionali.

Articolo offerto da: