Al via il progetto sperimentale gratuito per pazienti affetti da demenze senili

Conferenza stampa di presentazione nuovo servizioConferenza stampa di presentazione nuovo servizio

Il Comune di Pescara e la Fondazione Luca Romano Onlus hanno stipulato un accordo di collaborazione per lo svolgimento del servizio “Centro supporto famiglie con familiari affetti da demenze” per l’anno 2018.

E’ stato presentato durante una conferenza stampa il nuovo servizio offerto dal Comune di Pescara; all’incontro erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, il  presidente della Commissione Politiche Sociali Tonino Natarelli e Roberta Pellegrino, funzionario delle Politiche Sociali; il professor Filippo Maria Ferro, il primo neuropsichiatra, già ordinario di Psichiatria all’Università ‘G. d’Annunzio’, membro del Comitato scientifico della Fondazione Luca Romano, e Carla Cotellessa, psicoterapeuta e criminologo clinico, coordinatrice degli interventi di psicoterapia per la stessa onlus.

“Il Centro supporto alle Famiglie con familiari affetti da demenze senile intende diventare un punto di riferimento e supporto per chi affronta questa complessa problematica – così l’assessore Antonella Allegrino,  impossibilitata a partecipare alla conferenza per motivi di salute – Si tratta, purtroppo, di patologie degenerative sempre più diffuse e che gravano molto sui nuclei familiari, soprattutto su quelli che versano in condizioni di disagio economico e sociale. Gli ultimi dati, infatti, attestano che oltre un quinto della popolazione anziana pescarese, costituita nel complesso da circa 30mila persone dai 65 anni in su, è colpito da demenze e disabilità. L’attenta analisi dei bisogni del territorio, eseguita nell’ambito della redazione del Piano Sociale dell’Ecad 15, ha evidenziato la necessità di attivare un supporto a favore di questi pazienti e dei caregiver, che spesso avvertono un senso di isolamento che rende ancora più grave la sofferenza per la malattia del familiare. Recependo questa richiesta di aiuto,  abbiamo attivato il Centro che offre supporto familiare e alla persona per fronteggiare eccessivi carichi di stress causati da un’assistenza continua. Nella struttura, grazie alla presenza di personale altamente qualificato, verranno promosse attività di socializzazione, aggregazione, recupero e sostegno, che serviranno all’anziano per mantenere l’autonomia residua e allevieranno l’opera di assistenza del caregiver. Il servizio rientra nella strategia di rafforzamento della rete socio-sanitaria- sociale, che cura e rallenta la progressione della malattia e, al contempo, affianca e sostiene le categorie più fragili e bisognose della nostra comunità”.

Il Centro è operativo nella sede della Fondazione, in Via dei Sanniti 3  (tel. 085 694005), nei giorni di lunedì, dalle 9 alle 14, di mercoledì dalle 15 alle 20 e di venerdì dalle 9 alle 14”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo offerto da:

Archidea