Presentata la ZFU al Comune di Pescara

Una fase dell'eventoUna fase dell'evento

E’ stato presentato ieri al Comune di Pescara l’incontro divulgativo sull’attuazione della Zona Franca Urbana, misura che interesserà la città con oltre sette milioni di euro a favore di attività ricomprese nel perimetro interessato dal provvedimento.

L’evento è nato per sollecitare una tempestiva e dettagliata informativa ad hoc sui benefici attuabili grazie alle risorse a disposizione del Comune di Pescara e sulle modalità operative e di accesso alla misura, che il Comune organizza in collaborazione con ANCI e con la Direzione Generale Incentivi alle imprese del Ministero per lo Sviluppo Economico.

All’incontro hanno partecipato il sindaco Marco Alessandrini e l’assessore alla Zona Franca Urbana Simona Di Carlo e moderato dal direttore della Cna di Pescara Carmine Salce, hanno preso parte Francesco Monaco, Responsabile Area politiche di coesione ANCI, Alessandra De Angelis della Direzione X “Interventi per il sostegno all’internazionalizzazione e all’innovazione delle imprese e per lo sviluppo di aree urbane” (MISE) e Fabio Pagliarini funzionario di Invitalia.

“Sono soddisfattissima dell’adesione ricevuta dal nostro evento, che è stata davvero importante e di qualità – così l’assessore alla Zona Franca Urbana Simona Di Carlo dopo l’incontro – Questo evento è servito a chiarire molti aspetti necessari ad accompagnare alla fase operativa i benefici che deriveranno dall’erogazione dei 7 milioni di euro previsti per Pescara dalla misura che inserisce Pescara fra i Comuni beneficiari e conferisce alla città 7.429.000 euro di risorse per l’attuazione. Dal 4 al 23 maggio sarà possibile inoltrare le domande da parte dei soggetti beneficiari, in modo da partire con le agevolazioni a stretto giro. Noi predisporremo uno sportello pubblico per coadiuvare i richiedenti e ampliare al massimo le richieste, instaureremo un filo diretto con i tecnici ministeriali e dei soggetti partner per rispondere ai quesiti da parte della comunità, così com’è accaduto stasera e ci coordineremo con le associazioni di categoria, che sono state finora dei partner preziosi e operativi, perché il maggior numero di imprese possa essere raggiunto e possa usufruire di questa fondamentale boccata di respiro che arriva da risorse ministeriali.

Le agevolazioni sono importantissime: decontribuzione, esenzione dai contributi propri dei Comuni, defiscalizzazione, i passaggi sono scanditi da circolari ministeriali e atti ufficiali che renderemo tutti disponibili a brevissimo in un’apposita sezione del sito che farà da ponte fra Comune, imprese e organismi tecnici”.

 

Articolo offerto da: