La fontana di Piazza Le Laudi torna a zampillare

La fontana di piazza Le LaudiLa fontana di piazza Le Laudi

La fontana di piazza Le laudi dopo cinque anni di attesa è ritornata di nuovo in funzione. Nei giorni scorsi è avvenuta la riaccensione.

L’evento si è svolto alla presenza del sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco Antonio Blasioli, i consiglieri Emilio Longhi e Maria Ida D’Antonio, il dirigente dei Lavori Pubblici Giuliano Rossi e il responsabile Servizio Ambiente Giovanni Caruso e i tecnici Vincenzo Baldassarre e Antonio D’Alessandro, nonché la ditta Aquazur, che ha provveduto ai lavori di separazione degli impianti di controllo che non sono più sotto l’impianto, ma in superficie dove non si corre il rischio che siano danneggiati dalla pioggia e dal contatto con l’acqua. Il tutto per un importo di 39mila euro per l’impianto di piazza Le Laudi e quello della Ninfa, di fronte alle Naiadi.

Rimosso anche il marmo che ostruiva l’accesso al mare da piazza Le Laudi, la passeggiata sulla spiaggia torna così aperta alla città.

Entrambe le fontane erano chiuse a causa dei danni provocati dall’avvenuto allagamento dei locali tecnici posti sotto gli impianti, è stata riprogettata la struttura, portato all’esterno il quadro di comando, posto nella vasca di raccoglimento dell’acqua un allarme che in caso di malfunzionamento si attiva e avverte, sostituito l’illuminazione con i led, attivando così un enorme risparmio energetico (illuminare consumerà 180 watt al posto di 3000) oltre a un investimento che risolve definitivamente il problema, non imponendo all’Ente costosissime manutenzioni da 15mila euro che si sarebbero rivelate inutili alla prima pioggia e restituendo alle piazze le fontane con i giochi di acqua e di luce.

Contestualmente ai lavori sulla fontana di Piazza Le Laudi, come detto è stato rimosso anche il blocco di marmo che ostruiva l’ingresso alla spiaggia, a fronte dei pronunciamenti relativi allo stabilimento di De Cecco e dunque la spiaggia tornerà accessibile dalla piazza.

Per la fontana della Ninfa, oltre a portare esternamente anche qui il quadro di comando, si sta anche provvedendo a sistemare la parte esterna, danneggiata da atti vandalici dall’usura determinata dal passaggio, cosa che determinerà la riaccensione nei prossimi giorni.

 

Articolo offerto da: