Operazione Iron, controlli a tappeto a Rancitelli

Carabinieri, intervento

Raid nelle abitazioni nella zona “ferro di cavallo”. I Carabinieri della Compagnia di Pescara, rinforzati da quella di Montesilvano e dai carabinieri cinofili di Chieti, hanno fatto irruzione ieri in alcuni appartamenti.

Sono state eseguite diverse perquisizioni domiciliari, personali e veicolari nel quartiere “Rancitelli”.

Anche grazie all’impiego delle unità cinofile antidroga ed antiesplosivo sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro oltre 100 grammi di sostanze stupefacenti tra “eroina”, “cocaina” e “marijuana”; sono state denunciate in stato di libertà 2 persone, altre due sono state segnalate alla Prefettura in quanto assuntori, e sono state sottoposti a controllo oltre 30 persone e circa 50 veicoli in sosta, al fine di verificarne la provenienza e la copertura assicurativa attraverso l’utilizzo di appositi dispositivi elettronici che leggono le targhe.

Sulla droga rinvenuta: occultati all’interno di due borselli posti nell’area verde attigua al complesso, sono stati recuperati 70 gr. di “eroina”, 30 di “cocaina”, 5 di “marijuana”, nonché due bilancini elettronici di precisione; svolti anche controlli all’esterno del complesso, che hanno portato al deferimento in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: D.M., 36enne che, sottoposto a controllo mentre transitava in via Tavo; a seguito di perquisizione veicolare e personale è stato trovato in possesso di 1 gr. di “eroina” suddivisa in dosi, di 1 gr. di “cocaina”, nonché di un bilancino elettronico di precisione; N.E.H., 28enne senegalese che, sottoposto a perquisizione personale mentre si aggirava nei pressi del complesso abitativo, è stato trovato in possesso di 7 gr. di “marijuana” suddivisa in dosi.

Una volta fatto accesso all’interno dell’immobile, i militari hanno inoltre proceduto a perquisire ogni pertinenza condominiale, compresi vani ascensore e sottoscala, nonché 5 appartamenti segnalati dai cani antidroga del nucleo cinofili, all’interno dei quali sono stati infatti rinvenuti alcuni grammi di “marijuana” e segnalati alla Prefettura i due residenti quali assuntori.

Articolo offerto da: