Pensiline Tua abusive, il caso sollevato dal consigliere Seccia

Terminal bus della stazione centrale di Pescara dove tre extracomunitari hanno aggredito un autista della Tua

Pensiline delle fermate bus abusive. E’ il caso che ha coinvolto l’azienda Tua, le cui concessioni e le affissioni pubblicitarie pare siano scadute da un po’.

A evidenziare la questione abusivismo per l’azienda di trasporti regionale nell’ambito della riunione della Commissione Controllo e Garanzia, è il consigliere comunale di Forza Italia Eugenio Seccia.

“Le pensiline poste alle fermate dei bus a Pescara sono tutte abusive, scadute le vecchie autorizzazioni, oggi non esiste alcun nuovo titolo autorizzativo da parte del Comune che, legittimamente, sta elevando le sanzioni per il mancatoPescara, la scoperta: tutte le pensiline degli autobus TUA sono abusive.A questo punto – prosegue Seccia – gli uffici hanno chiesto un mese di tempo per tentare di dirimere la situazione e trovare una soluzione valida, ma a noi non basta: innanzitutto ci chiediamo chi sia responsabile di eventuali incidenti che, ell’attesa, e non ce lo auguriamo, dovessero verificarsi alla fermata dei bus o sotto le pensiline già esistenti, l’ex Gtm oggi Tua che, a detta dei tecnici comunali, avrebbe commesso degli abusi, o il Comune che potrebbe aver omesso il controllo? E soprattutto, è chiaro che qualcuno non ha al proprio dovere di verifica e di accertamento della legittimità di opere, come le pensiline, che sono sotto gli occhi di tutti da decenni.”

 

Articolo offerto da:

Archidea