Città Sant’Angelo, tra le caput mundi per la rivista americana Forbes

Città SantAngelo, San MicheleCittà SantAngelo, San Michele

di MARINA MORETTI

L’Abruzzo è al quarto posto della classifica dei luoghi in cui stabilirsi nel 2018 per vivere bene sen­za spendere molto. La graduatoria è riportata dalla prestigiosa rivista americana Forbes.

E pensare che ce l’aveva­mo in casa. Già pronti ad ar­raffare lo smunto malloppo per fuggire a gambe levate verso pensioni più spendibili, ecco che arriva la notizia che spiazza tutti: altro che Canarie, altro che Porto­gal­lo, il posto in cui ritirarsi a vita privata ce l’abbiamo sotto il sedere. L’Abruzzo è al quarto posto. La graduatoria, riportata dalla prestigiosa rivista americana Forbes, specializzata in economia e finanza, premia anche Città Sant’An­­gelo per l’alta qualità della vita: tranquilla, sana e a por­tata di tasca. Un successo che ha fatto gongolare il sindaco Florindi e reso fieri i suoi concittadini. Il recente articolo di Forbes in realtà prende spunto da uno studio molto articolato pubblicato nell’ottobre 2017 dal gruppo editoriale Live and Invest Overseas, vivere e investire all’estero, il cui si­to web pullula di articoli che elogiano la nostra re­gione sia dal punto di vista turistico che economico. Tra le re­censioni emerge quella poetica, ma anche concreta, di Anna Lebede­va, che in Abruzzo ha scelto di viverci: “Qui non hai bi­sogno di es­sere ricco per avere il me­glio”.

Cottà Sant'Angelo

Città Sant’Angelo

Live and Invest Overseas ha recensito 30 luoghi del mondo in cui ritirarsi al mo­mento dell’agognata pensione. Il risultato è l’Annual Overseas Retirement Index, rapporto annuale basato su 13 criteri di valutazione, co­me costo della vita, fisco, cli­ma, assistenza sanitaria,  at­tività ricreative, infrastrutture, criminalità. Partendo dal presupposto che non esista un unico posto migliore per tutti i pensionati, le mete sono raccontate e personalizzate secondo gli stili di vita e l’offerta dei territori.
L’Abruzzo gioca un ottima partita nella sezione de­dicata alle attività ricreative, competendo alla pari con la Slovenia. “I nostri redattori – si legge sul sito www.li­veandinvestoverseas.com – hanno trascorso settimane a perlustrare queste regioni, nel tentativo di portarne alla luce i luoghi. Entrambe han­no un carattere e una cultura che ben si adatta all’aspirante pensionato. Essendo relativamente sconosciute sul palcoscenico mondiale, sono una via di fuga perfetta, con vicini amichevoli, aria fresca e tutto lo splendore dell’Europa del Vec­chio Mondo”.

Anche il dettaglio sull’A­bruzzo è molto lusinghiero: “Con l’accesso sia alle spiagge, per il sole estivo, e alle montagne per lo sci invernale, l’Abruzzo in Italia è un’ altra destinazione top per le attività ricreative all’aperto. Nessun sovraffollamento, nessuna industria pesante. Nascosti lungo le strade si­nuose ci sono castelli, vi­gneti e villaggi fatti di pietra e memoria. La vita in Abruzzo non è cambiata molto nel corso degli anni ed è come vagare in uno ieri più gentile, tutto da scoprire. Le stazioni sciistiche delle sue alte catene montuose attirano folle di sciatori ro­mani del fine settimana. In primavera è possibile combinare una mattinata sulle piste da sci dell’Ap­pennino con un pomeriggio in spiaggia. In quanti posti al mondo è possibile? Se ami i grandi spazi aperti, i suoi parchi nazionali sono attraversati da sentieri escursionistici. La primavera è una spettacolare fiore selvaggio. I parchi nazionali della Maiella e del Gran Sas­so fioriscono in bellezza, ci sono 2mila esem­plari botanici, comprese le orchidee selvatiche. I visitatori italiani arrivano per l’Adriatico ver­de-blu e le spiagge di soffice sabbia do­rata che si estendono a perdita d’occhio”.

Il rapporto si sofferma an­che sulla valutazione dei paesi che offrono immobili senza restrizioni per la proprietà straniera, e anche qui l’Abruzzo figura bene, in particolare Città Sant’An­gelo. La cittadina, che sul totale delle trenta località considerate dall’Annual Over­seas Retirement Index si è piazzata al dodicesimo posto, si distingue anche nel commento pubblicato sulla rivista Forbes: “L’Abruzzo è un angolo di paradiso, un luogo in cui piccole città storiche stanno lavorando mol­to per attrarre investimenti e conservare la propria vocazione. Come Città Sant’An­gelo, che possiede chiese di valore storico e un museo di arte contemporanea… L’A­bruzzo ha tutto ciò che offre la Toscana e anche più, a costi inferiori. Qui una coppia può vivere con tutti i suoi confort con circa 1.400 dollari al mese, incluso l’af­fitto”.
Ovviamente la stima è pla­smata sul tenore di vita – e sulle pensioni – degli americani; a noi, che abruzzesi lo siamo già, manca solo la pensione…ma almeno, nell’attesa, ci sentiamo un po’ ringalluzziti.

Articolo offerto da: