Pubblicato l’avviso del progetto Vita indipendente

comune di spoltoreComune di Spoltore

Il Comune di Spoltore informa tutti i cittadini dell’ambito distrettuale sociale n.16 (i residenti nei Comuni di Brittoli, Cappelle sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Rosciano e Spoltore) che sono aperte le domande per il progetto “Vita indipendente”, rivolto esclusivamente a persone tra i 18 e i 67 anni con disabilità.

La domanda va presentata entro il 31 gennaio 2018, mediante consegna diretta all’Ufficio Protocollo del Comune di Spoltore (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30; il martedì e giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 17.30). E’ in ogni caso possibile consegnare la domanda anche nel proprio Comune di residenza, purché sia tra quelli che fanno parte dell’ambito.

Sul sito istituzionale www.comune.spoltore.pe.it sono pubblicati l’avviso completo con il modello di domanda e i riferimenti normativi regionali, incluse le linee guida del progetto.

Gli interventi regionali per la vita indipendente consentono alla persona con disabilità di scegliere autonomamente il proprio assistente personale, che può essere anche un familiare, regolarizzando il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali vigenti. L’intervento gestito dall’ambito sociale sarà del tutto personalizzato: per questo è necessario presentare al Comune di Spoltore, una domanda (redatta con l’apposita modulistica) che chiarisca le esigenze individuali. “Il progetto” chiarisce l’assessore alle politiche sociali Carlo Cacciatore “parte dalla considerazione che l’assistenza personale autogestita permette di vivere a casa e organizzare la propria vita, come fanno le persone senza disabilità, e consente alle famiglie di essere più libere da obblighi assistenziali”.

Sono ammesse a finanziamento le somme corrisposte all’assistente personale del disabile, i contributi previdenziali ed assicurativi, eventuali spese di vitto e alloggio, spese di rendicontazione per una quota massima del 10% di ciascun progetto.

Articolo offerto da: