Documentari e cinema ogni giovedì al Museo Colonna

La Rassegna sui documentariLa Rassegna sui documentari

Parte da oggi giovedì 28 dicembre la Rassegna “il giovedì… DOCUDÌ, cinema documentario al Museo Colonna” che andrà avanti fino al 10 maggio 2018, in collaborazione con il Festival del documentario d’Abruzzo – Premio internazionale Emilio Lopez.

Dieci gli appuntamenti, il giovedì, nella sala proiezioni del Museo di arte moderna e contemporanea di via Gramsci con  documentari selezionati. Ieri la presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Antonella Stucchi, dell’associazione A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese), Salvatore Santoro vice presidente dell’associazione A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) e Muni Cytron, motore della rassegna.

Il primo degli appuntamenti è programmato per giovedì 28 dicembre 2017 alle ore 17.30 ELEGIA PER LA VITA di Germano Sscurti. A seguire conversazione su “Le origini di una città contemporanea” con il regista e Giovanni Tavano, editore.

“L’associazione è nata nel dicembre 2000 – così Muni Cytron – per promuovere la cultura cinematografica. Abbiamo organizzato anche il Festival del documentario d’Abruzzo Premio Emilio Lopez che ha avuto come riconoscimento il lavoro che presentiamo domani, firmato da  Germano Scurti. Speriamo di poter continuare a proporre l’aspetto culturale del cinema e del documentario che non è solo naturalistico, ma anche di inchiesta e porta temi sociali e innovativi. Questo particolare punto di vista ci interessa e cercheremo di portarlo avanti in futuro”.

“La rassegna è più lunga rispetto agli anni scorsi – così Salvatore Santoro – avremo 10 appuntamenti nella sala multimediale del Colonna e il primo appuntamento non poteva che essere un documentario che racconta l’arte a Pescara, al centro della storia l’esperienza delle “Convergenze”, lo spazio di Peppino D’Emilio, creativo a servizio dell’arte che ha messo in piedi a Pescara un riferimento unico e inedito per darle spazio e voce. Negli anni ’70 a Pescara, in un periodo in cui proliferavano le “fedi”, un laico, Peppino D’Emilio, ebbe l’idea di trasformare la città attraverso l’arte. Per questo fondò uno spazio culturale dal nome “Convergenze”: un luogo dove creare una nuova visione della città, fondata sulla valenza espressiva e creativa delle persone.

Convergenze uno spazio culturale attivo in città tra il 1973 e il 1981 e in cui, tra gli altri, transitò per qualche tempo anche l’indimenticato, e pescarese di adozione, Andrea Pazienza”.

“A questo primo format seguiranno altri e cercheremo di portare in sala anche i registi per intavolare una discussione con il pubblico – così Antonella Stucchi di Acma – Sono state selezionate opere di qualità, rivolgendo un’attenzione particolare di volta in volta alle tematiche diverse che spaziano dall’arte al sociale, dalle problematiche ambientali alla multicultura, al documentario d’inchiesta”.

Le proiezioni, gratuite e aperte al pubblico, si svolgeranno tutte il giovedì con il seguente calendario:

28 dicembre 2017 ore 17.30

11 e 25 gennaio 2018 ore 17.30

8 e 22 febbraio 2018 ore 17.30

8 e 22 marzo 2018 ore 17.30

5 e 19 aprile 2018 ore 18.00

10 maggio 2018 ore 18.00

Articolo offerto da: