Il 26 dicembre torna il presepe vivente a Cavaticchi

L'edizione dello scorso anno del Presepe vivente a CavaticchiL'edizione dello scorso anno del Presepe vivente a Cavaticchi

Anche quest’anno si rinnova a Cavaticchi lo spettacolo del Presepe vivente: una tradizione che nella piccola località di Spoltore è arrivata solo alla quarta edizione ma è già molto sentita.

L’appuntamento è il 26 dicembre 2017 dalle ore 18. Per l’occasione sarà attivo un bus navetta tra la zona industriale e Cavaticchi inferiore.

L’iniziativa è promossa dall’associazione culturale Cavaticchi e dalla Parrocchia S. Teresa d’Avila con il patrocinio del Comune di Spoltore e della Provincia di Pescara: non si tratta di un semplice presepe itinerante, ma di una recita diretta da Pina Di Giamberardino. Tante le peculiarità dell’evento: la vicenda della Natività sarà attraversata con momenti di narrazione in vernacolo, i personaggi in scena saranno più di 150 (sono stati coinvolti anche abitanti di Castellana e Caprara), saranno ricreati 14 diversi ambienti nei circa 2 ettari del sito de ‘Li Praticc’.

Un luogo scelto anche per la sua valenza simbolica: dall’ inizio del 900 è un’importante aia campestre collettiva, a ricordare che il Natale è un momento in cui le persone tornano a incontrarsi e a condividere il proprio tempo. Ogni anno migliaia di persone sfidano il freddo per rivivere il il miracolo dell’Avvento, dall’annuncio dell’Angelo a Maria, destinata a essere madre del Salvatore, sino ai dubbi di San Giuseppe, quindi il censimento e, infine, la grotta in cui è nato Gesù.

“Anche se è un appuntamento giovane, il Presepe vivente di Cavaticchi è già una vera e propria tradizione locale” sottolinea il sindaco Luciano Di Lorito “un evento ambizioso nella cura dei dettagli e nella ricchezza degli elementi, dalla ricostruzione degli abiti e dei mestieri, all’utilizzo degli animali”. In scena infatti ci saranno anche asini, muli, mucche, cavalli e un gregge di pecore. “I preparativi per questo lavoro” evidenzia il primo cittadino “impegnano per mesi l’intera frazione”.

Tra i tanti cittadini di Cavaticchi che si dedicano in prima persona all’organizzazione c’è il consigliere comunale Carlo Pietrangelo: “Ringrazio tutti quelli che, dedicando tempo e impegno a questa giornata, rendono possibile la riuscita del nostro Presepe. E’ un evento a suo modo unico, che speriamo di riuscire a proporre per molti anni ancora offrendo sempre qualcosa di nuovo e più grande”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto