Da San Giovanni Teatino agli States: parte una startup per il mondo della ristorazione

Data Project EngineeringData Project Engineering

Da San Giovanni Teatino agli States per rivoluzionare la tecnologia d’impresa. Ha radici abruzzesi, ma è pronta a volare in tutto il mondo la Data Project Engineering, una startup di ultimissima generazione, in grado di sviluppare e distribuire un sofisticato software per la gestione e il controllo di negozi, tabaccherie, ristoranti anche distanti migliaia di chilometri tra loro.

L’idea nasce da un gruppo di dieci professionisti abruzzesi, tutti residenti a San Giovanni Teatino, che hanno dato vita a un’impresa innovativa, rivolgendo l’attenzione soprattutto al mercato della ristorazione e del fast food.

“Ad appena un mese dalla nascita dell’azienda, abbiamo già diverse commesse in partenza – spiega Fabrizio Morrone, amministratore delegato e ideatore del progetto –  per conto di ristoranti e catena di pizzerie. Punto di forza della nostra produzione, è sicuramente un software di ultimissima generazione, in grado di controllare entrate e uscite di centinaia di punti vendita contemporaneamente. Un servizio utilissimo per ogni titolare di azienda, che anche se non è presente fisicamente, può a distanza controllare conti e profitti della propria azienda, ricavando ogni giorno un resoconto dettagliato al centesimo”.

L’azienda, unica in provincia di Chieti e seconda in Abruzzo, a vantare il marchio di certificazione innovativa, ha già all’attivo numerosi brevetti innovativi: tra tutti, i nuovi “espositori intelligenti”, in grado di segnalare ogni operazione di prelievo e comunicarla subito al negoziante, garantendo un inventario in tempo reale ed allarmando così su eventuali taccheggi e furti. Oppure nell’ambito della ristorazione, le speciali “casse” per fast food e take-away, macchine intelligenti che consentono di evitare le file, passare le ordinazioni, rilasciare lo scontrino, il tutto in pochi secondi, senza nemmeno avvicinarsi alle casse tradizionali.

“Crediamo che l’Abruzzo sia un territorio ricco di possibilità, anche dal punto di vista dello sviluppo e dell’innovazione – Qui siamo nati e qui vogliamo investire risorse e lavoro. Dall’Abruzzo, ci spostiamo poi in tutto il mondo per promuovere e vendere i nostri prodotti, ma vogliamo che la base logistica dell’azienda rimanga fortemente legata alle nostre radici”.

Articolo offerto da:

Bar Roberto