Storia e fotografia: Tonino Di Venanzio, la premiazione della seconda edizione

Fotografia_premio_Di_VenanzioFotografia Premio Di Venanzio

Si concluderà sabato 2 dicembre con la cerimonia di premiazione nella sala “Giannino Ammirati” di San Valentino, la seconda edizione del Premio “Tonino Di Venanzio”, intitolato allo storico fotografo originario di San Valentino.

La cerimonia arriva al termine della mostra dedicata al lavoro di Di Venanzio, più di ottanta immagini in bianco e nero dell’Abruzzo tra gli anni Trenta e Settanta, che si è chiusa a fine novembre a Palazzo Lepri a Chieti.

Nomi illustri nel palmares del premio: primo tra tutti, il fotografo Gino Di Paolo, che riceverà il premio speciale alla carriera. Gli altri riconoscimenti vanno allo Speleoclub di Chieti e alla fotografa Michela Di Paolo.

L’evento, in programma alle ore 17, sarà preceduto nella mattinata di sabato, alle 10, dalla esposizione e premiazione dei lavori dei ragazzi dell’Istituto comprensivo “B. Croce” di San Valentino, diretto dalla professoressa Daniela D’Alimonte, che hanno preso parte al corso teorico-pratico, tenuto da Gianni Iovacchini, docente Fiaf, affiancato dalle insegnanti Francesca Basileo, Sara Primavera, coordinate da Cristiana Ortolano.

Compito degli alunni delle classi primarie e secondarie, è stato quello di far rivivere le poesie, i proverbi e i detti popolari della tradizione abruzzese attraverso le immagini fotografiche.

«Cinquanta in totale gli elaborati dei ragazzi che hanno partecipato al concorso – ha spiegato Iovacchini – tutti estremamente validi e pieni di passione. Oltre all’uso della macchina fotografica, infatti, gli alunni sono stati bravi a reinterpretare la memoria, il ricordo delle tradizioni popolari e a rappresentarli attraverso una fotografia».

La giuria del concorso è composta dal presidente Iovacchini, dall’architetto Gaetano Berardi e dal professore Alfonso Creato.

Articolo offerto da:

Bar Roberto