Il Movimento animalista si presenta alla città di Pescara

Rodolfo Bronzi e Giovanna PiccininoRodolfo Bronzi e Giovanna Piccinino

di MICHELE BRUNETTI

Rodolfo Bronzi, medico chirurgo e Giovanna Piccinino, educatrice e pedagogista, lo scorso sabato a Pescara, hanno presentato a stampa e cittadini gli obiettivi del Movimento Animalista.

I neo-coordinatori per la provincia di Pescara hanno subito voluto precisare che il movimento è nato come un partito politico liberale e riformista, e non come associazione, il principale scopo è quello di entrare nelle istituzioni per poter legiferare sui temi a loro più cari. “Vogliamo lavorare in modo concreto per la salvaguardia del territorio, degli animali e dell’ambiente ed è per questo che insistiamo anche sul cambiamento degli stili di vita – ha dichiarato Bronzi -, l’antropocentrismo umano ha creato solo danni, ora non è più sostenibile”. La loro visione è quella di un mondo che sta per implodere, dove la necessità di riempire dei vuoti normativi va accompagnata dall’empatia, o meglio ancora dalla compassione per rivoluzionare tutti insieme un sistema ormai compromesso.

Il partito al momento si sta autofinanziando grazie alla campagna tesseramenti. Per la città di Pescara si propone la creazione di un nuovo canile e la collocazione sulle strade di colonnine dog toilette, ovvero un sistema di smaltimento escrementi canini che comprende bidoncino per i rifiuti e sacchetti pronti all’utilizzo, così da evitare slalom forzati su molti marciapiedi. Oltre ai temi prettamente animalisti, c’è un’agenda più generalista attenta al sociale. Un orientamento di stampo berlusconiano. “E’ una realtà di fatto che le uniche leggi a tutela degli animali siano state fatte dall’onorevole Brambilla e da Silvio Berlusconi – hanno concluso i coordinatori provinciali -dopo l’ultima legislatura del centrodestra, il nulla”. Presenti in sala anche altri esponenti politici locali vicini al Pdl come Carlo Masci, capogruppo di Pescara Futura.

Articolo offerto da:

Archidea