Pescara, attivi i display alle telecamere della Ztl 1 e 2 e aree pedonali

Uno dei varchi in cui è attivo il displayUno dei varchi in cui è attivo il display

Attivati i display alle telecamere dei varchi all’interno della Ztl 1 e 2 e delle aree pedonali. Sono operative già dai giorni scorsi, al fine di migliorare la visibilità della Zona a Traffico Limitato consentendo così ai fruitori di accorgersi se il varco è attivo o meno per evitare le multe.

Sono in via di attivazione anche le 4 nuove telecamere relativi display: due a servizio della Ztl 3 ambientale (all’incrocio tra via Muzii e via Regina Margherita e all’incrocio tra via Regina Elena e via De Amicis); la terza telecamera sarà attiva su corso vittorio Emanuele direzione nord-sud a tutela della corsia di trasporto pubblico e la quarta in piazza Muzii, lato via Quarto dei Mille per garantire un corretto accesso sulla piazza pedonale del mercato.

“Si tratta di un’azione importante- spiegano in una nota congiunta l’assessore all’Urbanistica Stefano Civitarese Matteucci e il vicesindaco Antonio Blasioli- per ragioni di sicurezza che per centrare gli obiettivi che le Ztl devono garantire che non sono solo repressivi o fare cassa, ma rendere vivibili e sicure delle porzioni sensibili della città. Nulla cambia sulle regole di accesso e convivenza con la Ztl, rispetto al precedente progetto abbiamo solo aggiunto una telecamera portandole in tutto a 13 e fatto degli spostamenti di tre telecamere, collocandole in modo più efficace per l’esigenza di controllo della Ztl, anche alla luce dell’esigenza di ragionare come una smart city.

Questo ci ha spinto a dotare gli impianti del display in modo da informare cittadini e utenti se i varchi sono attivi o no ed evitare il rischio di esporsi a multe. Il passo successivo in senso tecnologico sarà quello di facilitare il rilascio e il rinnovo dei permessi per la Ztl, in modo anche da renderlo un passaggio automatico per i richiedenti, evitando dunque che vengano agli uffici e liberando questi di richieste che potranno essere fatte anche da casa, attraverso il web per gli anni prossimi. Ciò garantirà meno dispendio di forze di polizia Municipale poiché il controllo avverrà con le telecamere, ma anche più trasparenza delle restrizioni”.

Articolo offerto da: