Incontro Comune-Asl per nuova viabilità a servizio dell’ospedale civile

Questa mattina si è svolto un incontro in Comune per verificare la bozza di progetto relativa alla nuova viabilità connessa all'Ospedale CivileQuesta mattina si è svolto un incontro in Comune per verificare la bozza di progetto relativa alla nuova viabilità connessa all'Ospedale Civile

Questa mattina si è svolto un incontro tra il vice Sindaco Blasioli e il Direttore Generale della Asl Armando Mancini, al quale erano presenti anche il dirigente dei Settore Lavori Pubblici del Comune di Pescara Giuliano Rossi e i tecnici della Asl per verificare la compatibilità della nuova viabilità comunale di via Fonte Romana e, in particolare, della bozza di progetto della rotatoria con viabilità interna all’ospedale.

“Nell’occasione abbiamo avuto modo anche di visitare il cantiere del nuovo pronto soccorso – riferisce il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli  – una struttura moderna e più ampia che, con i suoi 2.000 mq, raddoppierà gli attuali 800 mq del pronto soccorso attuale e sarà pronta per i primi mesi del 2018 per dare maggiore funzionalità alla nostra struttura sanitaria .

Parliamo del pronto soccorso più grande d’Abruzzo e tra i più grandi d’Italia con un bacino d’utenza rilevante e grandi professionalità, un reparto che potrebbe sviluppare tutto il suo potenziale in spazi maggiori e meglio ripartiti di quelli attuali.

L’incontro odierno è servito a coniugare la viabilità affinché le ambulanze possano entrare in sicurezza in quello che sarà il nuovo accesso della struttura. La conformazione del nuovo percorso di entrata e di uscita dei mezzi di soccorso ci consente di bissare la necessità di prevedere una diversa viabilità all’incrocio tra via Fonte Romana e via Monte Faito. In questa zona abbiamo già studiato una rotatoria che possa fluidificare il traffico, evitando anche pericolose manovre di inversione ad U tra le corsie che attualmente corrono dinanzi al nosocomio. Approvato il progetto, ora si procederà speditamente. I tempi stimati per l’ultimazione dei lavori si aggirano sui 4 mesi

Con i lavori, gli spazi della struttura saranno quasi raddoppiati. Il progetto prevede fra l’altro: una zona diagnostica per immagini, un’area per l’attesa, diversi ambulatori, studi medici, la shock room, la farmacia, il posto di polizia, che riassume le richieste di quando eravamo all’opposizione.

E’ inoltre prevista una zona dedicata alla traumatologia, all’osservazione breve intensiva e al soccorso pediatrico. Sono molto curati anche gli spazi dedicati all’attesa, che, ad esempio, comprenderanno una sala riservata solo ai bambini. Il nuovo pronto soccorso, in definitiva, consentirà una migliore gestione dell’utenza essendo dotato di un’area di accettazione per i pazienti in ricovero programmato, separata da quella delle emergenze. E’ stata inoltre prevista un’area d’accettazione per codici bianchi, verdi, gialli e rossi per il pronto soccorso pediatrico, riservato con posti letto d’osservazione, circa una decina, solo per i bambini; quindi l’accettazione per le emergenze adulti e anziani.

La viabilità è fondamentale per la nuova veste della struttura che permetterà di eliminare un record negativo che annoveriamo, quello dell’unico pronto soccorso d’Italia in cui le ambulanze devono uscire in retromarcia per l’esiguità degli spazi di manovra”.

 

Articolo offerto da:

Bar Roberto