Tutela degli animali, Teodoro: “E’ un obbligo del Comune e non delle associazioni”

Tutela del mondo animaleTutela del mondo animale dall'Amministrazione di Pescara

In merito alla tutela degli animali, sono state illustrate le iniziative che l’Amministrazione di Pescara intende intraprendere. Fra le primi punti ribaditi c’è il principio che la tutela animali è un obbligo del Comune e non delle associazioni.

L’assessore Teodoro ha dunque puntualizzato che non saranno più stipulate convenzioni per delegare alle associazioni gli obblighi del Comune, ma i servizi saranno gestiti direttamente. Saranno rese ancora più chiare funzioni e competenze di Asl e associazioni. Altra notizia attesa è quella che Pescara sarà finalmente dotata di un canile/gattile idoneamente attrezzato e di un centro adozioni e di prima accoglienza gatti.

“A tale fine – annuncia l’assessore Gianni Teodoro – è stato proposto uno stanziamento di 500.000 euro per la realizzazione di un canile/gattile, che, sulla positiva esperienza del canile Dog Village di Montesilvano, sarà un vero e proprio parco canile, anche luogo di aggregazione per tutti gli amanti degli animali, con annesso cimitero.  L’iniziativa coinvolge anche il Comune di Spoltore e sorgerà in un’area da stabilire, al confine fra i due Comuni. Per dare veloce attuazione alla sua realizzazione, ci siamo incontrati di recente con il sindaco Luciano Di Lorito, i rappresentanti degli uffici tecnici di entrambi i Comuni per impartire le direttive da seguire per la realizzazione di quello che può candidarsi a diventare uno dei migliori e innovativi parchi canili e gattili d’Italia.

Sono stati stanziati anche 150.000 euro per la realizzazione di un centro di prima accoglienza e di adozioni per gatti a Pescara, che sarà messo a disposizione di tutte le associazioni animaliste e dove sarà possibile svolgere anche la Pet Therapy con persone appositamente qualificate e gatti idonei allo scopo.

Presenti all’incontro erano anche il Dirigente Marco Molisani e Donatella Marchetti, impiegata comunale della Tutela del Mondo Animale, oltre a tutte le associazioni animaliste operanti sul territorio e, per la prima volta, anche le rappresentanti delle colonie feline che, attraverso la Marchetti, hanno potuto direttamente rappresentare le difficoltà che incontrano per il proprio riconoscimento e per le obbligatorie sterilizzazioni che competono alla Asl.

L’assessorato al Mondo Animale, non è un assessorato residuale: i chiari obblighi del Comune verso la tutela degli animali riguardano tutti i cittadini a prescindere dal possesso di un animale di compagnia, perché è anche un problema di convivenza civile e di gestione delle risorse pubbliche. In questo contesto le associazioni devono avere una funzione di sussidiarietà, ovvero di aiuto, ma non saranno più stipulate convenzioni per svolgere funzioni che sono di pertinenza del Comune o della Asl, che fino ad ora non hanno prodotto tutti i risultati sperati.

Accoglieremo le istanze di tutti e, in risposta alle osservazioni sollevate da Gabriele Bettoschi della Tutela Animali, ho dato immediata disposizione che vengano applicate precise procedure previste dal regolamento comunale per il riconoscimento delle colonie feline, sia che sorgano in spazi pubblici o privati sia a prescindere dal numero di gatti liberi di cui ne facciano parte. Mi sono inoltre impegnato a rappresentare al Direttore generale della Asl, l’urgenza che venga potenziato e razionalizzato il servizio veterinario per la lotta al randagismo, ricordando l’obbligatorietà delle sterilizzazioni per tutti i gatti liberi in capo ad esso, senza alcuna discrezionalità al riguardo. Così come ho accolto la proposta della veterana della protezione animali Carmelita Bellini, Presidente del Dog Village di Montesilvano, di incentivare al massimo le sterilizzazioni di cani e gatti di proprietà, al fine di risolvere a monte il problema del randagismo, ottimizzando così le risorse per la sterilizzazione dei gatti liberi, che è un obbligo della Asl, così come ricordato dal Vice Presidente Cristina Feriozzi.

Al termine della riunione tutte le associazioni e i rappresentanti delle colonie feline presenti hanno manifestato la piena condivisione di quanto annunciato e offerto la massima collaborazione. Nei prossimi giorni incontreremo l’Ordine dei Veterinari per un confronto sul programma, per la lotta al randagismo e per la tutela degli animali”.

Articolo offerto da: