Inaugurato il centro polifunzionale di San Silvestro “Professor Nando Filograsso”

Il momento del taglio del nastro con le autoritàIl taglio del nastro con le autorità a San Silvestro

E’ stato inaugurato questa mattina il centro polifunzionale di San Silvestro intitolato al docente di pedagogia Nando Filograsso, la cui memoria è stata insignita nel 2o13 con il Ciattè d’Oro. Un progetto nato con 500mila euro che furono stanziati nel 2005 e 350mila euro nel 2013.

All’inaugurazione erano presenti tanti cittadini residenti, i genitori dei ragazzi della scuola primaria che hanno tagliato il nastro insieme al sindaco Marco Alessandrini, al vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli, ai progettisti, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi, i tecnici, gli esecutori dei lavori, la dirigente del Comprensivo 6 Ada Grillantini, la moglie del professor Filograsso Clara Ciccarelli, i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza e tutti quanti coloro che negli anni si sono spesi perché il progetto potesse riprendere il suo cammino e arrivare a compimento. Il tutto con la benedizione di don Cristiano Marcucci, a lungo parroco a San Silvestro.

“Si tratta di un cammino che finalmente si compie – così il sindaco Marco Alessandrini – Abbiamo fortemente voluto che questa palestra venisse completata e sin dal primo momento ci siamo armati di buona volontà per vincere attese, rallentamenti e altre vicissitudini, trovare le risorse che mancavano e restituire la struttura a questa parte di città che ha aspettato fin troppo tempo. Sono lieto che venga intitolata a una persona che ha dedicato la sua vita alle giovani generazioni e alla socialità, perché è nelle loro mani che oggi mettiamo questi spazi”.

“L’intento è quello di farli al più presto vivere e renderli pieni di attività – aggiunge il vice sindaco Antonio Blasioli – Questa struttura aspetta dal 2005, noi abbiamo riacceso i motori anche con l’impegno di Giuliano Diodati come assessore allo Sport e oggi siamo qui a festeggiare la fine di lavori dopo anni di lentezze che abbiamo cercato di recuperare. I passi finali sono stati l’allaccio della pompa antincendio da parte dei Vigili del Fuoco, lo scavo di 160 metri da parte dell’Enel e il piazzale che non era presente nel progetto originario. Si tratta di un patrimonio comune che agevolerà non solo l’attività fisica e la didattica motoria della scuola ma anche la socializzazione perché negli spazi interni, oltre a una grande sala che sarà messa a disposizione del pubblico, ci saranno anche uffici e stanze da destinare ad uso diverso da quello sportivo. So che la Parrocchia e le associazioni del Colle stanno già riunendosi per far vivere il centro polifunzionale anche nel pomeriggio, quando non servirà alla scuola. Spero che i residenti facciano propria questa struttura, curandola come si curerebbe un bene di proprietà. Il centro polifunzionale è ormai un fatto. Il secondo fatto sarà l’adeguamento sismico della scuola, il cui progetto già approvato in Giunta prevede anche la chiusura della rampa di scale limitrofe al centro Filograsso”.

“Presto si aggiungeranno a questi anche i lavori per l’adeguamento anti sismico della scuola – conferma l’assessore Giacomo Cuzzi – Un intervento da 800.000 euro pronto, che contiamo di mettere in cantiere al più presto: a breve convocherò un incontro con la scuola e una rappresentanza dei genitori per condividere la soluzione migliore per i tempi in modo da penalizzare il meno possibile la didattica, pur dando priorità alla necessità di rendere anche questa struttura più bella e sicura, come stiamo facendo con gli edifici che ci competono. Sarà un edificio rinnovato e, grazie anche a questi spazi, completo di tutto ciò che serve per le attività motorie e ricreative”.

Prima del taglio del nastro il saluto della dirigente scolastica Ada Grillantini e la scopertura della targa con l’intitolazione dei locali al professor Nando Filograsso. Presente la moglie che, ringraziando per il pensiero, ha auspicato attività all’insegna del benessere di grandi e piccini. Infine, la benedizione di don Cristiano Marcucci che, da poche settimane, ha lasciato San Silvestro dov’è stato a lungo parroco e riferimento.

Articolo offerto da: