Il Cittadella espugna l’Adriatico, Pescara KO

Cesare Bovo, in azione durante il match Pescara - CittadellaCesare Bovo, in azione durante il match Pescara - Cittadella

Il Cittadella espugna l’Adriatico. Prima sconfitta casalinga per la squadra di Zeman.

Cittadella sblocca subito il risultato al 2’ con Adorni e al 18’ raddoppia con Siega, mentre il Pescara realizza al 36’ con Benalì che trasforma il rigore.

Le reti

Parte subito bene il Cittadella che al 2’ di gioco si porta subito in vantaggio sugli sviluppi di un corner. Bartolomei mette in mezzo un pallone perfetto per l’incornata di Adorni che piazza la palla all’angolino di Pigliacelli.

Il Cittadella si porta ancora in avanti, azione in profondità. La palla arriva a Schenetti che prova dal limite la conclusione a giro. Palla termina a lato.

Intorno al 10’ si vede il Pescara nell’area del Cittadella con una gran giocata di Benalì che con uno slalom salta la marcatura e dalla sinistra calcia di potenza, ma si ferma davanti alla mano di Alfonso che para.

Al 17’ il Cittadella raddoppia. Siega viene lanciato in posizione regolare sulla fascia sinistra, entra in area e salta la propria marcatura rientrando sul destro e calciando sotto la traversa un gran bel tiro.

Al 36’ il Pescara trova la via della rete grazie ad un penalty. Atterrato Mazzotta in area, Salvi gli da una manata e per l’arbitro non ci sono dubbi. Si incarica del tiro Benalì che calcia centrale con il pallone che passa sotto le braccia di Alfonso, il quale non riesce a bloccarla.

Il primo tempo termina con il vantaggio del Cittadella per 1-2 con molti errori difensivi e diverse occasioni mancate.

Nella ripresa, il Pescara entra con lo spirito giusto e al 47’ Benali recupera palla. Serve Brugman che prova un tiro a giro, la palla va alta sopra la traversa.

Si fa vedere ancora il Pescara: al 55’ lancio in area per Coulibaly che fa da sponda con la coscia per Benali. L’attaccante però controlla male e fa sfumare tutto.

Al 77′ il Pescara va vicino al pareggio. Benali servito benissimo a centro area, calcia di prima ma passa alto sopra la traversa.

Nei minuti finali il Pescara è molto vivo alla ricerca del pareggio e all’80 ci prova con Zampano che riceve palla dopo uno scambio in area ma calcia troppo debole.

91’ I commenti finali

Al termine della partita il mister del Pescara, Zeman, apparso insoddisfatto della prova offerta dai suoi, commenta così l’incontro: “Prestazione non ottimale.  Sono rammaricato. Due errori in occasione dei gol subìti. Siamo dietro come concetti di gioco. Non voglio parlare degli assenti. Non riusciamo, per ora, a fare quello che proviamo in allenamento”.

Ai microfoni di Sky Sport 24 dichiara: “Abbiamo fatto un gran primo tempo, meritavamo il doppio gol. Non ci siamo posizionati al meglio e abbiamo subìto il rigore, l’infortunio di Iori ci ha sicuramente penalizzato. Serve più possesso palla e attaccare meglio gli spazi durante la partita. Abbiamo i mezzi per fare qualcosa in più. Oggi volevamo vincere e soprattutto fare la partita. L’obiettivo è stato raggiunto e abbiamo ripreso la nostra corsa dopo le ultime uscite. Ci sono ottimi segnali, avanti così”.

Pescara (4-3-3) Pigliacelli, Zampano, Bovo, Fornasier, Mazzotta, (dal 81’st Crescenzi) Coulibaly, Kanoutè, Brugman, Del Sole, (dal 81’st Cappelluzzo)  Pettinari, (dal 64’st Ganz) Benalì. A disp. Fiorillo, Crescenzi, Balzano, Ganz, Valzania, Perrotta, Carraro, Cappelluzzo, Baez. All. Zeman

Cittadella (4-3-1-2) Alfonso, Salvi, Pelagatti, Adorni, Benedetti, Bartolomei, Iori,(dal 59’st Settembrini) Siega, ( dal 65’st Chiaretti) Schenetti, Strizzolo, (dal 70’st Arrighini) Kouame. A disp: Paleari, Litteri, Chiaretti, Caccin, Arrighini, Pasa, Settembrini, Camigliano, Bizzotto. All. Venturato

Arbitro: Ghersini di Genova

Assistenti: Baccini – Borzomì

IV Ufficiale: Baroni

Reti: 2’pt Adorni ( C ) 17’pt Siega, 36’pt Benalì su rig. ,

Ammoniti: Alfonso ( C) Kanutè ( P)

Angoli: 3 Pescara, 6 Cittadella

Recupero: 2’pt, 4’st

 

Articolo offerto da: