Convivium artis, ultimo spettacolo questa sera a Pianella

Locandina convivium artisConvivium artis

Terza e ultima giornata del “Convivium Artis – l’arte ai giovani!”, la grande festa delle arti organizzata a Pianella dall’accademia teatrale Arotron dal 4 al 6 agosto. Domenica 6 agosto la chiusura dell’evento affidata agli allievi dell’accademia e all’attore, regista e doppiatore Franco Mannella.

Tre giorni di festa a Pianella con il “Convivium Artis – l’arte ai giovani!”, ideato e organizzato dall’accademia teatrale Arotron con il patrocinio della Provincia di Pescara, del Comune di Pianella e la collaborazione della Fondazione PescarAbruzzo. Teatro, musica, mostre, street art, artigianato, dibattiti, aperitivi letterari ed enogastronomia hanno animato senza sosta il borgo in provincia di Pescara, dando seguito al percorso già iniziato negli anni passati con le precedenti edizioni della “Festa delle arti”, trasformata in un festival di ampio respiro, capace di promuovere il territorio, esaltandone le eccellenze artistiche e culturali in un incontro virtuoso di suoni, colori, sapori.

Domenica 6 agosto  alle 21 in piazza Garibaldi chiuderà il “Convivium Artis” lo spettacolo “Olea et labora” degli allievi dell’accademia teatrale Arotron, per la regia di Franco Mannella, ideatore del Convivium e fondatore e direttore artistico dell’accademia teatrale Arotron.

“L’ulivo, l’olea europaea, così come lo conosciamo oggi, deriverebbe da undici diverse popolazioni, provenienti tanto dall’est quanto dall’ovest del Mediterraneo; una serie di incroci che possono essere riassunti in nove diverse fasi di domesticazione nei secoli”, ha dichiarato Franco Mannella, presentando lo spettacolo Olea et labora. “L’ulivo è presente nella simbologia e nei miti fin dalla preistoria, oltre a essere oggi emblema di pace, forza, fede, trionfo, vittoria, onore. L’accademia teatrale Arotron affida ai suoi allievi il compito di narrare le vicende legate alla cultura di questa pianta millenaria che ci riporta inevitabilmente alla memoria delle antiche tradizioni e che, oggi, è alla base dell’economia di tanta parte del territorio abruzzese.

Per rendere alta e colta la narrazione, i giovani attori hanno chiesto aiuto a grandi poeti come d’Annunzio, Pascoli, Lorca, Neruda e tanti altri, sostenuti, accompagnati e anche, perché no, dissacrati da canti della tradizione contadina. Lo spettacolo è sotto forma di reading (oseremmo definirlo un “musical reading”), ma con un’ accattivante e vibrante impostazione teatrale.”

La regia dello spettacolo è di Franco Mannella. In scena gli allievi dell’accademia teatrale Arotron: Gaetano Aiello, Adriano Antonucci, Chiara Colangelo, Francesco Di Censo, Stefano Guido, Valerio Lannutti, Riccardo Pellegrini e Alessandro Rapattoni.

Di seguito l’elenco completo degli artisti che hanno aderito al Convivium Artis dell’accademia teatrale Arotron dal 4 al 6 agosto 2017 a Pianella: Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Franco Mannella, Chiara Colizzi, Domenico Galasso, i giovani attori dell’accademia teatrale Arotron, Keet & More Band, Tommaso Di Giulio band, Gianni Colangelo, Davide Mancini, Urgiante Cipolloni, Jari Yaridg Di Giampietro, Matteo Di Leonardo, Luca Giardino, Graziano Livorni, Walter Zuccarini, Annalisa De Luca, Daniele Campea, Adelchi Battista, Matteo Liberi, Michela Di Lanzo e Nunzio Di Fabio.

 

Articolo offerto da: