Rimborsi Protezione civile: Regione a lavoro

Rimborsi Protezione civile. Regione a lavoroRimborsi Protezione civile. Regione a lavoro

Le associazioni di Protezione Civile non ricevono rimborsi dal 2014 a causa di problemi di gestione del bilancio regionale che dovrebbero essere risolti a breve.

Il Sottosegretario alla Presidenza delegato alla Protezione Civile Mario Mazzocca spiega: “Si tratta di una situazione di immanente criticità causata da problemi tecnico-contabili di gestione del bilancio regionale che, secondo le ultime notizie provenienti dai competenti uffici finanziari, dovrebbero essere risolti entro il mese di luglio. Nel 2014 fummo già costretti a reperire le risorse occorrenti per colmare le indisponibilità finanziarie relative agli anni 2012 (in parte) e 2013 (in toto)”.
Il tema dei rimborsi investe direttamente la Giunta e il Consiglio Regionale: in molti casi rappresentano l’unica fonte di sostentamento per i volontari di Protezione Civile anche per effettuare interventi di manutenzione per i mezzi o per l’acquisto di nuove attrezzature necessarie. Per questo motivo si tratta di una questione non rinviabile e fondamentale per la sopravvivenza delle associazioni.
“Allo sblocco dei rimborsi per i volontari stiamo lavorando da tempo – chiarisce Mazzocca – Ne va dell’intero sistema di PC regionale: le esperienze degli ultimi anni, mesi, e ancora quelle degli incendi di questi giorni, ci hanno fatto comprendere bene a quanti e quali rischi la nostra Regione sia esposta”.

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Rimborsi Protezione civile: Regione a lavoro"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*