Funambolika, ai nastri di partenza l’undicesima edizione

Funambolika 2017Funambolika 2017

Torna l’attesissimo appuntamento con Fu­nambolika, kermesse realizzata dall’Emp (Ente manifestazioni pescaresi) giunta all’11esima edizione con un pro­gramma ricco di no­vità artistiche dai cinque continenti.

La principale sorpresa di questa edizione – do­menica 2 luglio alle 21. 15 al teatro monumento d’ Annunzio – sarà Humans, del­la compagnia australiana Circa. La pluripremiata e applaudita compagine, forte di esibizioni in 39 paesi, ha scelto Pescara per il suo debutto europeo, prima di affrontare l’im­portante Festival di Edim­burgo.
Sarà uno spettacolo moz­­zafiato, di acrobazie oltre l’impossibile, tra raffinata poesia e un’avvin­cente colonna sonora. A dirigere la performance – con 10 velocissimi acrobati sul palco – il noto regista Ya­ron Lifschitz, protagonista di una carriera che lo ha portato a incontrare un pubblico di un milione di persone, per un totale di oltre 50 produzioni. Soste­nuta dall’Australian Coun­cil e dal governo del Que­en­sland, la compagnia Cir­ca coinvolgerà gli spettatori in un viaggio riflessivo, reso in chiave acrobatica, su ciò che significa essere umani. Ma prima ancora, Fu­nam­bolika aprirà il suo chapiteau con El Grito, compagnia pronta ed esibirsi in Johan Sebastian Circus. Appuntamento il 29 giugno alle 21.15 nell’area dell’ex Cofa (lungomare Colombo).

Funambolika, programma

Funambolika, programma

Dunque il tipico tendone quest’anno non sarà allestito al Porto turistico ma nei pressi della ruota panoramica. Già am­piamente apprezzato dagli appassionati di Fu­nambo­lika, l’ensemble El Grito proporrà un progetto surreale, tra circo e musica dal vivo, adatto a tutta la famiglia. Pescara si farà così cornice del lancio ufficiale dello spettacolo (dopo il work in progress di Jesi sostenuto dalla Fondazione Lirica Pergo­lesi-Spontini). Il progetto è sostenuto dal Mibact. Previste repliche il 30 giugno, stesso orario, poi sabato 1° luglio e il 3, 5 e 6 luglio. Alle 21,15. Posto unico 10 euro. Ridotto alla metà per bambini fino ai 12 anni.

Non mancherà in­fine l’attesissimo gran Galà du Cirque – martedì 4 luglio al­le 21,15 al d’Annunzio – or­mai tradizionale soldout della città. Riparte la corsa ai biglietti per quella che nacque come un’intuizione di Raffaele De Ritis – direttore artistico del festival, tra i maggiori esperti al mon­do del settore – divenuta realtà grazie alla collaborazione con Circo e Din­torni e Alessandro S­e­rena, docente di Storia dello spet­tacolo Circense all’università statale di Milano. De­finito “la più importante se­rata italiana di arte circen­se” (Cir­co Magazine), il Ga­la tornerà ad unire leggende del circo mondiale ed eccezionali talenti emergenti dalle grandi scuole: l’Accademia del Circo di Verona, una delle istituzioni circensi più prestigiose, presenterà due artiste alla settima generazione d’arte di una dinastia leggendaria: al doppio trapezio le cugine Sarah e Adriana Togni.

Sul palco tante suspence anche con autentiche balestre e il lancio di coltelli dei Double Risks e con il Trio Angelis (un triplo salto mor­tale nel vuoto a sei me­tri), già vincitori del primo premio al Festival di Buca­rest 2016. Ma soprattutto l’ucraino Anatoliy Za­lev­skiy, l’acrobata bianco so­prannominato semplicemente “la leggenda” che ha rivoluzionato l’arte del cir­co mondiale e il più grande giocoliere al mondo Viktor Kee (13 milioni di visualizzazioni su Youtube). Senza dimenticare i vincitori del Grand Prix mondiale di magia Scott e Muriel (Usa-Olanda) che si esibiranno tra risate e mistero e tante altre sorprese, dal Cirque du Soleil e dal Circo di Montecarlo.

“E’ bello constatare co­me tra i caratteri identitari del­la città di Pescara – sottolinea il fondatore e direttore – Raffaele De Ritis – ci sia ormai anche l’arte circense. Un dato di fatto per quanti, anche fuori dal no­stro pae­se, seguano gli sviluppi di questo linguaggio espressivo, ricco di storia e fascino”.

Articolo offerto da:

Archidea