Al Football for Friendship due ragazzi della Delfino Pescara

L'assessore allo Sport, Giuliano DiodatiL'assessore allo Sport, Giuliano Diodati

Proseguono gli incontri per promuovere i valori di Football for Friendship, torneo internazionale di calcio giovanile organizzato da Gazprom che si terrà a San Pietroburgo dal 26 giugno al 3 luglio prossimi. In rappresentanza dell’Italia, ci sono due ragazzi delle giovanili della Delfino Pescara che in questi giorni stanno incontrando autorità amministrative e rappresentanti del mondo dello sport per promuovere i valori che caratterizzano il torneo.

Niccolò Postiglione e Alessio Canepari (che saranno accompagnati da Luca D’Ulisse, istruttore e Antonio Di Battista, responsabile tecnico del settore giovanile della Delfino Pescara) in qualità di ambasciatori del torneo, in questi giorni hanno incontrato l’assessore allo Sport del Comune di Pescara, Giuliano Diodati, il giovane campione di surf, il pescarese Edoardo Papa e, in rappresentanza della nazionale italiana di pallanuoto, il campione Amedeo Pomilio.

Uno scambio di battute, dunque, consigli di vita e di sport, per preparasi ad un’esperienza internazionale con ragazzi provenienti da 64 paesi di tutto il mondo. A testimonianza del loro supporto, le persone incontrate dai ragazzi hanno accettato di indossare il “Braccialetto dell’amicizia” simbolo del torneo. Un cordino verde come il campo di calcio e blu come il cielo.

«È importante per la città di Pescara avere due ragazzi che terranno alta la bandiera dell’Italia ad un appuntamento di così grande rilievo – ha commentato l’assessore allo Sport del Comune di Pescara, Giuliano Diodati -. Sono contento che siano stati scelti loro e di incontrarli quindi nel loro ruolo di ambasciatori del torneo. Gli faccio i miei migliori auguri, per un’esperienza formativa, dal punto di vista sportivo e di vita».
«Partecipare ad appuntamenti sportivi internazionali è un momento di grande formazione. Per questo auguro ai miei amici di vivere una splendida esperienza» è l’invito di Edoardo Papa, sedicenne di Pescara che si va valere da tempo sulle onde di tutto il mondo, reduce dai campionati del mondo di surf 2017 categoria Open a Biarritz. Studente del Liceo da Vinci di Pescara, si allena spesso a Lanzarote, Canarie, Maldive: «Implica sacrifici, da parte mia e soprattutto da parte della mia famiglia, ma la passione vince su tutto. Sono felice di partecipare idealmente al torneo indossando il braccialetto fra le onde» ha aggiunto Edoardo Papa, che da piccolo vive il mondo dell’acqua, essendo figlio di Andrea Papa, campione di pallanuoto.
E l’incontro con il mondo dello sport è proseguito stringendo la mano ad Amedeo Pomilio, una vita da campionissimo della pallanuoto, incontrato in rappresentanza della nazionale italiana di water-polo. «Ragazzi, mi raccomando: competizione e passione, ma soprattutto rispetto, nello sport come nella vita – questo il suo consiglio -. Vi auguro di rappresentare al meglio l’Italia e di fare una grande esperienza, da ricordare per sempre».
In linea perfetta con i valori stessi che caratterizzano il Football for Friendship, che sono: amicizia, uguaglianza, giustizia, salute, pace, dedizione, vittoria, tradizione e onore.

Articolo offerto da: