Aurora non ce l’ha fatta, muore a 23 anni dopo l’incidente

Aurora BelardoAurora Belardo

Aurora Belardo non ce l’ha fatta: la ragazza di 23 anni originaria di Palombaro è morta ieri all’ospedale di Pescara.

Il cuore di Aurora ha cessato di battere ieri nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Pescara, dove era ricoverata da sabato scorso. La ragazza era stata sottoposta ad un lungo e disperato intervento chirurgico per arginare le gravi emorragie riportate nell’incidente stradale avvenuto nella tarda serata di sabato quando è stata travolta da una Polo che ha invaso la corsia opposta sulla Fondovalle Sangro mentre viaggiava nella sua smart insieme ad un’amica M.D.U., 22 anni di Casoli, rimasta ferita ma attualmente fuori pericolo.

Alla guida della Polo Volkswagen un neopatentato studente 19enne di Casoli N.C., che, secondo le prime informazioni, sarebbe rimasto illeso e avrebbe ammesso di aver avuto un colpo di sonno. Come da prassi,  adesso il giovane è indagato per omicidio colposo. La famiglia Belardo, straziata dal dolore, ha autorizzato l’espianto delle cornee della figlia. L’intervento è stato eseguito da un’equipe specializzata del centro oculistico de L’Aquila giunta all’ospedale di Pescara.

Dopo l’espianto, è stata allestita la camera ardente nel Santuario della Madonna dell’Assunta di Palombaro. I funerali sono previsti per oggi pomeriggio.

 

 

Articolo offerto da:

Archidea