Lotta anti-lucciole: nuova mobilitazione del “Comitato via De Gasperi”

La protesta dei residentiLa protesta dei residenti

Prosegue ancora senza sosta la lotta alle prostitute da parte dei residenti di via De Gasperi con nuove azioni.

Una protesta scaturita dall’esasperazione degli abitanti della zona, fermamente convinti a debellare questo fenomeno che danneggia inesorabilmente l’immagine della nostra città, minandola anche sotto il profilo del decoro e della decenza pubblica. Una manifestazione corredata di striscioni e pettorine con la dicitura “Comitato via De Gasperi” che gridano all’immediato allontanamento delle “lucciole”. I residenti si mobilitano ogni sera ormai da alcuni giorni per scoraggiare i clienti che certo non gradiscono essere individuati.

Comitato via De Gasperi

Comitato via De Gasperi

Purtroppo si tratta di un fenomeno reiterante, in quanto già nell’ottobre dello scorso anno nella zona fu installato un presidio antiprostituzione, costituito da un sit-in a base di castagne, vino novello e arrosticini: l’ennesimo deterrente strategico per scoraggiare prostitute e clienti. Anche l’intervento del sindaco Marco Alessandrini aveva garantito una sorveglianza potenziata, ma purtroppo la pace è durata per breve tempo: già nei primi giorni di giugno gli abitanti hanno cominciato a notare nuovamente uno strano e insolito movimento notturno.  Una forma di protesta che i residenti di via De Gasperi persisteranno nel portare avanti a oltranza, con nuove iniziative che coinvolgeranno anche la pubblica amministrazione, finché la loro battaglia non ripristinerà definitivamente l’ordine pubblico.

Articolo offerto da: