Patrimonio pubblico, immobili per attività profit e non profit

Approvata dal Consiglio comunale la delibera sul patrimonio pubblicoApprovata dal Consiglio comunale la delibera sul patrimonio pubblico

Approvata dal Consiglio comunale la delibera sul patrimonio pubblico per l’individuazione degli immobili di proprietà dell’Ente da affidare ad attività profit e non profit.

La delibera è stata votata all’unanimità dei presenti, con i voti della maggioranza e della minoranza di centrodestra.

“Apriremo una nuova stagione per le attività e per la rigenerazione della città – così il sindaco della città di Pescara Marco Alessandrini – Adesso lavoreremo immediatamente per emanare i relativi bandi che ci consentiranno di concedere, nel più breve tempo possibile e con procedure di massima evidenza, sia i locali individuati ai fini commerciali che quelli da destinare ad attività sociali, culturali e di protezione civile. Per farlo, chiameremo a raccolta le migliori energie creative cittadine affinché partecipino e condividano con noi questo importante obiettivo”.

“Si tratta di un risultato storico dell’Amministrazione Alessandrini – commentano i consiglieri Daniela Santroni, Emilio Longhi e Piero Giampietro che hanno seguito l’iter della delibera – Nelle linee di mandato all’inizio della consiliatura e anche nel Dup, aveva indicato come priorità regole e trasparenza nell’affidamento dei locali comunali. La modalità individuata è quella della concessione alle associazioni cittadine attraverso procedure a evidenza pubblica e aperte a tutti. Siamo particolarmente felici di aver portato a termine una procedura così rilevante e attesa: dal 2003, data dell’approvazione del primo regolamento, ad oggi, nessuno ci era mai riuscito. Grazie ad un emendamento di maggioranza si regolamenta meglio anche l’assegnazione di palestre e auditorium scolastici. Una battaglia storica di associazioni e movimenti oggi diventa realtà”.

Articolo offerto da: