Il Crotone a Pescara per continuare a sperare

Zeman, durante la conferenza stampaZeman, durante la conferenza stampa

Dopo la matematica retrocessione, il Pescara si prepara a ricevere in casa una squadra, il Crotone, ancora in corsa per la salvezza.

Zeman ritrova Muntari al quale gli è stata tolta la squalifica dopo le vicende di Cagliari, che hanno destato sdegno in tutta Europa; ritorna Biraghi dopo la squalifica, Gilardino non è stato convocato mentre Campagnaro, Stendardo e Vitturini saranno assenti per infortunio.

Nella consueta conferenza stampa, mister Zeman analizza la situazione: “Spero che la mia squadra trovi gli stimoli giusti per scendere in campo. La squadra ha le qualità per poter trovarle adesso tocca a loro. Io schiero sempre i giocatori che stanno meglio. Non è che se non giochi trovi motivazioni maggiori. Chi scende in campo vuol dire che ha lavorato bene. Gilardino non è ancora pronto e non è convocato. Su Bahebeck posso dire che è un buon giocatore ma che si allena in maniera altalenante e quindi, per il futuro, io ho bisogno di giocatori sempre pronti.”

Zeman torna anche sul caso Muntari: “Ha prevalso il buonsenso sulla vicenda Muntari. in questo modo forse si crea un precedente che potrebbe cambiare un po’ gli scenari. Visto che se ne è parlato in tutto il mondo di questa vicenda, ritengo che sia stata una scelta politica visto anche il gesto eclatante di Muntari. Lui ha chiesto scusa ai compagni quando ha lasciato la squadra in dieci ma era una cosa dovuta. Rispetto alle due decisioni non so come ci si è arrivati, mi è sembrato tutto molto strano, sia la decisione dell’arbitro sia la decisione di accogliere il ricorso fatto dal giocatore. Ovviamente domani sarà convocato ed è a disposizione”.

Anche nel Crotone ci saranno degli assenti, Crisetig e Falcinelli sono squalificati, mentre Stoian è infortunato; recuperato Ceccherini.

Mister Nicola, commenta così la partita contro il Pescara: “Domani ci aspetta una gara non facile, il Pescara onorerà il campionato fino alla fine.  Dobbiamo lottare, vogliamo fortissimamente continuare il nostro sogno e questo momento straordinario. Desideriamo fare il nostro massimo e raccogliere il più possibile. Abbiamo delle assenze numericamente importanti, come Falcinelli, Crisetig e Stoian, è recuperato Ceccherini. Per chi giocherà a Pescara sarà un banco di prova, voglio una lucida rabbia. Simy o Acosty dall’inizio? Li abbiamo provato entrambi, tutti hanno fatto lo stesso volume di preparazione e voglio massima concentrazione”.

Sarà Carmine Russo di Nola a dirigere Pescara Crotone, in programma domenica alle ore 15 all’Adriatico Cornacchia. A coadiuvarlo gli assistenti Ciro Carbone di Napoli e Stefano Liberti di Pisa, il quarto uomo Valerio Pegorin di Latina e gli addizionali Marco Guida di Torre Annunziata ed Eugenio Abbattista di Molfetta.

Articolo offerto da: