Il Pescara a Cagliari pensando al futuro

Zeman, conferenza stampaZeman, conferenza stampa

Archiviata la partita con la Roma che ha sancito la matematica retrocessione del Pescara in serie B, i biancazzurri si apprestano ad affrontare in trasferta il Cagliari a caccia di punti salvezza.

Mister Zeman non potrà contare su Biraghi squalificato: al suo posto giocherà Crescenzi. In terra sarda saranno assenti i soliti infortunati: Campagnaro, Bahebeck, Vitturini e Stendardo mentre c’è da registrare il ritorno di Gilardino in gruppo dopo l’infortunio subito durante un allenamento.

Alla vigilia della partita contro il Cagliari, Zeman, nella consueta conferenza stampa, ha fatto il punto della situazione: “La formazione continuo a non darla, i giocatori sono più curiosi di voi e non la sanno. Gilardino non ci sarà, non è pronto, vedremo se giocherà Cerri. È una partita come le altre. A Cagliari è stata un’esperienza negativa ma a calcio hanno giocato bene soprattutto all’inizio. Si sono salvati per tanti anni con un calcio diverso e c’è stata la difficoltà nel cambiare tipologia. E’ una buona squadra, non ha avuto continuità ma ha conquistato dei risultati importanti. Non voglio fare brutte figure: la squadra spero ci arrivi da sola, chi vuole rimanere deve dimostrare che lo vuole con le prestazioni non con le chiacchiere. Abbiamo dei buoni giocatori presi individualmente ma non sono riusciti ad essere squadra”.

“Qualcuno ha voglia di rimanere ma lo deve dimostrare – continua il mister – In queste partite valuterò chi può darci una mano e chi no, non ho preclusioni per nessuno. Con Kassanov abbiamo mangiato insieme, io ho parlato solo di cibo (ride, ndr). Della società parla la società e non si è parlato di cosa vuol fare. Moggi in Albania? Aveva detto che sarebbe uscito dal calcio ma lui nel calcio c’è sempre stato, non sono sorpreso. C’è una ventina di giocatori che mi interessa, speriamo di poterci lavorare in estate. Non credo che quest’anno darò spazio a giocatori della Primavera a causa della situazione che stiamo vivendo. Ma senz’altro ne porterò diversi in ritiro”.

La partita di domani sarà diretta da Minelli di Varese, coadiuvato dagli assistenti Luca Mondin di Treviso e Andrea Tardino di Milano. Quarto ufficiale Alberto Tegoni di Milano. Arbitri di porta Fabio Maresca di Napoli e Antonio Di Martino di Teramo.

 

 

Articolo offerto da: