Coca-Cola, 35 mln di risorse per l’Abruzzo

Coca-Cola, un tesoro di 35 mln per l'AbruzzoCoca-Cola, un tesoro di 35 mln per l'Abruzzo

Nel 2015 la Coca-Cola in Abruzzo ha generato risorse per 35 milioni di euro: 13 mln alle famiglie, 21 alle imprese e 0.48 allo Stato

É quanto evidenziato dalle recenti ricerche commissionate da Coca-Cola HBC Italia e realizzate da SDA Bocconi School of Management.

In termini di occupati, nel 2015 Coca-Cola ha avuto un impatto occupazionale complessivo pari a 4.114 lavoratori (lo 0.9% degli occupati totali in Abruzzo), mentre le persone che dipendono dai redditi di lavoro generati direttamente ed indirettamente da Coca-Cola nella regione sono pari a 9.656.

Nell’impatto economico ed occupazionale, l’Abruzzo gioca un ruolo importante grazie alla Coca-Cola di Oricola. Lo stabilimento, che si estende su un’area complessiva di oltre 130.000 m2, è diretto da Nicola Iadanza ed è attivo sul territorio da quasi 30 anni producendo annualmente più di 228.000.000 litri di bevanda nelle sue cinque linee produttive.

La nostra regione, tra l’altro, non ha mancato nel proiettarsi verso l’innovazione ecosostenibile: nel 2016 ha dato un notevole contributo alla vittoria del premio CONAI da parte di Coca-Cola HBC Italia per la sostenibilità ambientale degli imballaggi e, nello stesso anno, ha raggiunto un tasso di riciclo rifiuti superiore al 98%.

 

 

 

 

Articolo offerto da:

Archidea