Udito e dislessia: in Abruzzo il progetto pilota

screening audio-vestibolarescreening audio-vestibolare

Saranno circa una ventina i bambini abruzzesi protagonisti di un studio preliminare, unico in Italia, incentrato sulla relazione tra il sistema uditivo-vestibolare e i disturbi di apprendimento, in particolare la dislessia.

L’idea nasce dall’attività svolta, in questi anni, nell’ambito dei DSA dalla Fondazione Padre Alberto Mileno onlus di Vasto che, in collaborazione con i ricercatori dell’Università degli Studi di Torino, condurrà uno screening audio-vestibolare su bambini interessati da dislessia frequentanti la scuola primaria.

Il progetto, tra i più innovativi in Italia, prenderà il via ad aprile nella città di Vasto e andrà avanti per tre mesi: l’obiettivo è quello di valutare se, attraverso l’allenamento dei sistemi uditivo e vestibolare, i soggetti possano riscontrare effetti positivi di fronte alle difficoltà di lettura, scrittura e calcolo.

A coordinare lo studio, il dottor Benito Michelizza, del servizio di Foniatria e logopedia e Centro studi dislessia e DSA della Fondazione Mileno. «Si conoscono da tempo le interrelazioni tra il sistema uditivo e la capacità di lettura – spiega – meno indagata è invece la relazione tra funzionalità del sistema uditivo e vestibolare e i meccanismi di percezione visiva collegati alla lettura».

Lo screening sarà articolato in tre diverse fasi: nella prima, i bambini saranno sottoposti a test dell’equilibrio e dell’udito, poi per due mesi effettueranno esercizi di allenamento dei sistemi ritenuti deficitari, per poi essere sottoposti a un altro test di verifica a fine percorso.

Se questo primo studio effettuato in fase sperimentale in Abruzzo dovesse evidenziare cambiamenti sensibili, allora partirà uno studio allargato e policentrico.

Lo studio si avvale della competenza tecnica delle aziende che operano specificatamente nel campo audiologico e vestibolare.

L’azienda Maico di Pescara supporterà l’iniziativa con personale tecnico e strumentazione dedicata, assieme all’azienda Mercury – Otometrics, con software specifici e strumentazione.

 

Articolo offerto da: