Tornano a nuova vita le dieci epigrafi dannunziane

Una delle epigrafi dannunzianeUna delle epigrafi dannunziane

Tornerà ad essere illuminato il sentiero a dieci epigrafi dannunziane a Pescara.

Arriva il sì della Giunta per il recupero delle dieci tavole realizzate dall’Amministrazione comunale a 50 anni dalla morte di Gabriele D’Annunzio. Un’ idea promossa dall’associazione Eremo Dannunziano con la fattiva collaborazione della Fondazione PescaraAbruzzo.

“Si tratta di un vero e proprio percorso nella città del Vate – dice l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – che con le citazioni in esse contenute diventa una speciale guida per chi vi transita. Ad ognuno dei posti in cui sono collocati fa riferimento una frase di d’Annunzio capace di raccontarlo e di esprimere un personale ricordo dei luoghi a lui più cari o un riferimento alla città tratto dalle sue opere o dai suoi scritti.

E’ bella l’dea di un monumento epigrafico, costruita all’epoca da Fernando De Rosa, autore delle epigrafi e ideatore del percorso. Le epigrafi, realizzate in marmo di Carrara, sono state restaurate e illuminate, uno speciale modo per dare effetto ai contenuti. Dieci sono le tappe del percorso: la vecchia stazione di Pescara centrale, l’esterno e il cortile interno di Casa d’Annunzio su corso Manthonè, la Cattedrale di San Cetteo, il Ponte Risorgimento (fiancata Ovest della riva nord), l’ex Municipio di Castellamare Adriatico, Piazza della Rinascita, angolo via Regina Margherita, la Pineta su via Luisa d’Annunzio, l’ingresso di via delle Caserme e di Corso Manthonè da Piazza Unione. Un percorso illuminato grazie alla disponibilità dell’imprenditore pescarese Sergio Simoncelli che ha provveduto a restituire alle epigrafi la migliore visibilità, coltivando un senso di amore per la cultura e per la città”.

 

 

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Tornano a nuova vita le dieci epigrafi dannunziane"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*