Coltivava marijuana in casa, arrestato

Carabinieri, intervento

Coltivava piantine di marijuana nella propria abitazione. I Carabinieri di Pescara hanno arrestato M. V., 28enne, di origini napoletane, domiciliato a Torrevecchia Teatina, incensurato, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, a seguito di attività info-investigativa, sono venuti a conoscenza che il ragazzo poteva essere in possesso di sostanza stupefacente, in particolare marijuana, che coltivava all’interno del suo appartamento, così hanno deciso di intervenire procedendo a perquisizione domiciliare. Le informazioni raccolte dagli operanti si sono rivelate corrette: all’interno della cucina, infatti, hanno rinvenuto circa 150 grammi di marijuana contenuta in diversi vasetti, quindi pronta per essere spacciata, e l’immancabile bilancino di precisione. In un’altra stanza, invece, hanno trovato attrezzatura idonea alla coltivazione delle piante: condotti di areazione, lampade alogene, fertilizzanti vari e materiale per la cura delle stesse. Le pareti, poi, erano ricoperte da materiale in poliuretano, idoneo all’isolamento degli ambienti per mantenere costante la temperatura del locale. Infine sul pianerottolo dell’appartamento sempre i militari hanno rinvenuto 3 sacchi di grande dimensione, contenenti residui di terriccio, radici e parti di stelo di piante di marijuana. Il giovane è stato tratto in arresto e tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida.

Articolo offerto da:

Archidea