Pescara, da stasera cantiere notturno per interventi tra via Firenze e via Venezia

Il sindaco Alessandrini e il vicesindaco Del VecchioIl sindaco Alessandrini e il vicesindaco Del Vecchio

L’Aca comunica che dalla serata di giovedì 2 marzo, a partire dalle ore 20, saranno ripresi e portati a termine i lavori di sostituzione di 5 saracinesche della condotta idrica su via Venezia angolo via Firenze.

Si tratta di uno snodo rilevante per la portata di acqua e per l’ampiezza della zona servita che è tutta la zona centrale. Per eseguire tali lavori è ovviamente indispensabile la sospensione dell’erogazione di acqua alla zona e al fine di arrecare meno disagi possibile, è stato stabilito che i lavori e la chiusura delle condotte idriche inizino dalle ore 21.  Sarà interessata dalla mancanza di acqua l’area ricompresa fra: Corso Vittorio Emanuele, via Silvio Pellico, via Leopoldo Muzii, viale Riviera, via Matteotti, via. Paolucci, con probabile calo di pressione anche sulle vie limitrofe.

L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Pescara Enzo Del Vecchio comunica che “la durata dell’intervento è stata stimata in circa 8 ore a partire dalle ore 21, salvo complicazioni che dovessero manifestarsi in corso d’opera. In merito alla mobilità, per consentire gli interventi e il transito dei mezzi, è necessario vietare la sosta delle vetture nelle immediate vicinanze dello stesso cantiere per poter operare liberamente e depositare il materiale necessario alla riparazione.

Per avvisare residenti e automobilisti la ditta esecutrice provvederà sin da oggi a posizionare l’apposita cartellonistica stradale indicante il Divieto di Sosta con Rimozione su alcuni tratti di via Venezia ed inizio di via Firenze. Al fine di limitare ulteriormente problemi, saranno presenti anche i Vigili urbani, questo sia per organizzare la viabilità in fase di installazione del cantiere, sia per effettuare le “chiusure” viarie poiché i pozzetti di manovra sono posizionati prevalentemente al centro delle strade.

Stando a quanto riferito dall’Aca, l’entità dei disagi derivanti dal mancato afflusso di acqua dovrebbe essere limitata all’arco di tempo necessario al completamento dell’intervento, ma non è purtroppo facilmente determinabile, per questo si invita la cittadinanza a fare gli approvvigionamenti di acqua per i vari usi necessari a fronteggiare le necessità nel periodo a cavallo fra il 2 marzo sera e la giornata del 3. Il problema più significativo sarà comunque quello avvertito da quanti sono sprovvisti di autoclave.

In merito alla mobilità, invece, via Firenze sarà chiusa da via Venezia a via Ravenna, entrambe le strade citate saranno però percorribili; non lo saranno via Campania e via Ancona perché vi si accede da via Firenze; nessun problema, infine, per via Palermo dove il transito non sarà interrotto”.

Articolo offerto da: