Networking & lavoro: il libro di Marco Vigini

La presentazione del libroLa presentazione del libro

Siamo stati nel pomeriggio di lunedì 27 febbraio alla presentazione del libro “Networking & lavoro” di Marco Vigini, svoltasi presso la libreria Feltrinelli di Pescara.

L’incontro, organizzato da Aidp e Crea Lavoro Giovani, ha permesso di aprire un dibattito e fare luce sulle tante, a volte discutibili, trasformazioni del mondo del lavoro odierno.

Vediamo innanzitutto in poche parole di cosa tratta il libro scritto da Marco Vigini, con un breve estratto dal sito della casa editrice:

“Il libro presenta il networking come un nuovo paradigma del mercato del lavoro grazie a una metodologia scientifica, rigorosa e innovativa.
Il tema viene affrontato attraverso testimonianze ed esperienze sul campo, per trasmettere al lettore strumenti utili e facili da usare, in grado di rafforzare e ampliare la rete di relazioni, anche attraverso un uso consapevole e strategico di LinkedIn, che diventa il “braccio armato” del networking.
Il networking trova quindi, in questo volume, la dignità di una vera e propria competenza manageriale sempre più strategica in un mercato del lavoro che sta vivendo un’evoluzione straordinariamente veloce, anche grazie alla rivoluzione digital cui stiamo assistendo.
Il testo si presenta come strumento per tutti coloro che sono alla ricerca di nuove opportunità professionali, di lavoro e di business, e che avranno l’occasione di cogliere autonomamente il mercato del lavoro “nascosto” (oltre il 70%) utilizzando e sperimentando strategie proattive, innovative e “rivoluzionarie” spiegate dall’autore passo per passo”.

La presentazione, che ha visto una discreta affluenza di pubblico, si è aperta con una dissertazione dell’autore sui temi del libro e su alcune sue riflessioni personali sul suo percorso professionale e sulle applicazioni del networking nell’ambito del lavoro, a cui è poi seguito un dibattito animato dalle domande del pubblico.

Si è insomma discusso di come superare l’idea di “conoscenze” come un altro modo di definire la vecchia e tristemente nota raccomandazione, considerando che comunque, secondo le statistiche, le conoscenze personali determinano, in molti ambiti lavorativi, circa il 70% della possibilità di accedere ad un impiego.

Particolarmente interessanti le considerazioni di Vigini sul concetto di “dono” e di “valore” nell’ambito del networking, ovvero di come la nostra rete di conoscenze vada ampliata non sulla base dell’interesse personale, ma sullo scambio che valorizzi sia chi dà, sia chi riceve. Certo, per chi scrive, una visione magari un po’ utopistica di un mondo che per ora sembra ancora muoversi quasi esclusivamente su basi utilitaristiche, specie a certi livelli, ma comunque molto interessante.

Ampio spazio anche alla rivoluzione digitale in corso e all’approccio social al mondo del lavoro, soprattutto grazie a un oculato utilizzo della piattaforma Linkedin.

Articolo offerto da: