Scrittori emergenti d’Abruzzo, intervista a Ilaria Grasso

Scrittori emergenti d'Abruzzo, intervista a Ilaria GrassoScrittori emergenti d'Abruzzo, intervista a Ilaria Grasso

Medico di professione e un amore incondizionato per la scrittura nato tanto tempo fa, Ilaria Grasso è redattrice di testate online oltre che speaker radiofonica.

Aveva solo sette anni quando i suoi genitori le regalarono un diario che non utilizzò mai per confidare i propri segreti ma piuttosto le sue prime poesie. Da allora Ilaria non ha mai smesso di scrivere.

“Eh già, da allora non ho mai smesso e l’ho fatto prevalentemente per portali online e per blog  – ci racconta – Circa un anno fa ho fatto leggere un mio racconto a un’amica che lavora nel campo dell’editoria e sono stata da lei incoraggiata a proseguire su questa strada. Così ho fatto, pubblicando i miei primi scritti – tre raccolte di racconti e un romanzo breve – con il self publishing su Amazon e passando, successivamente, ad altri due lavori di prossima uscita con altrettante case editrici”.

Parlaci dei tuoi scritti pubblicati recentemente on line.

Il primo in assoluto è stato il romanzo dal titolo “Roma-Parigi, solo andata” che narra le vicende di una giovane donna di nome Sophie. Inconsapevolmente insoddisfatta della propria vita, grazie alla malattia del proprio padre Gustav che vive da anni a Parigi colpito dal morbo di Alzheimer , Sophie trova la forza di ricominciare, mettendo in discussione, una volta per tutte, i punti deboli della propria esistenza. Le tre raccolte, dal titolo rispettivamente “Quando trema il cuore: storie di donne e di catastrofi naturali”, “Fragili età” e “Dal cuore in poi” , hanno in comune il fatto di parlare delle donne. Donne di varia età, cultura ed estrazione sociale, accomunate dalla voglia di farcela, dalla forza che fa loro onore nella vita quotidiana. Scrivo di loro attingendo dal mare grande della vita, dalle vicende di coloro che ho incontrato o di cui ho letto. Infine, essendo donna anch’io, non potrei non scriverne: è l’universo che conosco meglio.

Sei già a lavoro con nuovi progetti nel mondo dell’editoria?

“Attualmente sto scrivendo un’altra novella per Amazon poichè l’esperienza con il self publishing mi ha molto stimolato e, al tempo stesso, donato soddisfazioni numerose ed insperate. Oltre a ciò, ho due progetti letterari molto importanti con due case editrici che mi hanno dato l’onore e la fortuna di apprezzare quello che scrivo. La prima è la Lupi Editore di Sulmona. L’incontro con Jacopo Lupi ha segnato per me una grande opportunità di crescita artistica. Assieme a lui e con il giovane chef siciliano Seby Conigliaro stiamo ultimando il lavoro su di un libro che uscirà tra marzo e aprile di quest’anno: una raccolta di brani e ricette interamente dedicati alla Sicilia, terra d’origine comune per me e Seby. L’altro lavoro è un’antologia di racconti uniti dal filo comune della maternità vissuta in tutte le sue sfumature. E’ un progetto al quale tengo moltissimo, realizzato con e grazie a Turisa Editrice di Acerra nella persona della direttrice editoriale Sabrina Ciani e con il preziosissimo contributo della mia editor Eleonora Belfiore che sa sempre come far fronte alle mie esigenze di “giovane” autrice”.

Decisamente prolifica ed appassionata, Ilaria Grasso sta muovendo i suoi primi, entusiasmanti passi in questo meraviglioso mondo che ha da poco scoperto, determinata a non lasciarlo mai.

 

Articolo offerto da:

Be the first to comment on "Scrittori emergenti d’Abruzzo, intervista a Ilaria Grasso"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*